mercoledì 07 dicembre | 14:12
pubblicato il 26/set/2013 11:59

Ilva: Commissione Ue apre procedura infrazione per inquinamento

(ASCA) - Bruxelles, 26 set - La Commissione europea avvia una procedura d'infrazione contro l'Italia per lo stabilimento dell'Ilva di Taranto. Il nostro paese e' finito nel mirino di Bruxelles per il mancato rispetto della direttiva europea sulla responsabilita' ambientale - che sancisce il principio del 'chi inquina paga' - e della direttiva sulla prevenzione e riduzione dell'inquimento (nota come 'direttiva Ipcc').

Inoltre, rileva ancora l'esecutivo comunitario, e' stato accertato che l'Italia ''non garantisce che l'Ilva rispetti le prescrizioni dell'Ue sulle emissioni industriali, con gravi conseguenze per la salute umana e l'ambiente''. Per questo motivo Su raccomandazione del commissario europeo per l'Ambiente, Janez Potocnik, e' stato deciso di di inviare all'Italia una lettera di costituzione in mora, concedendole due mesi per rispondere. Si tratta della fase che apre la procedura d'infrazione, dopo la quale - in caso di risposte insoddisfacenti - si arriva all'invio di un parere motivato, che precede un eventuale deferimento alla Corte di giustizia.

Per lo stabilimento di Taranto, spiega la Commissione Ue, ''la maggior parte dei problemi deriva dalla mancata riduzione degli elevati livelli di emissioni non controllate generate durante il processo di produzione dell'acciaio''. Le prove di laboratorio, denunciano a Bruxelles, evidenziano ''un forte inquinamento dell'aria, del suolo, delle acque di superficie e delle falde acquifere, sia sul sito dell'Ilva, sia nelle zone abitate adiacenti della citta' di Taranto''.

In particolare, l'inquinamento del quartiere cittadino di Tamburi ''e' riconducibile alle attivita' dell'acciaieria''.

Inoltre alla Commisisone europea risulta che le autorita' italiane ''non hanno garantito che l'operatore dello stabilimento dell'Ilva di Taranto adottasse le misure correttive necessarie e sostenesse i costi di tali misure per rimediare ai danni gia' causati''. bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni