sabato 21 gennaio | 14:16
pubblicato il 12/set/2013 19:56

Ilva: Carbonato, era meglio soluzione alternativa a blocco

(ASCA) - Torino, 12 set - Pronta e ferma la reazione di Confindustria Cuneo e Piemonte alla decisione di cessare tutte le attivita' produttive - tra cui quella dello stabilimento cuneese di Lesegno - presa oggi dalla Riva Acciaio, a causa del sequestro preventivo ordinato dalla Magistratura di Taranto, che sottrae all'azienda ogni disponibilita' degli impianti e determina il blocco delle attivita' bancarie, impedendo pertanto la normale prosecuzione operativa dell'attivita'. ''Condivido appieno l'importanza di tutelare l'ambiente e garantire la sicurezza degli impianti produttivi - dice il presidente di Confindustria Piemonte, Gianfranco Carbonato -, ma credo si sarebbero dovute cercare soluzioni alternative al blocco della produzione in modo da preservare la continuita' operativa degli stabilimenti e quindi salvaguardare un numero significativo di posti di lavoro''.

''L'errore e' stato arrivare a questo punto - sostiene il presidente di Confindustria Cuneo, Franco Biraghi -, in quanto bisognava prevenire il crearsi di questa situazione e trovare un'altra via d'uscita che garantisse il proseguimento dell'attivita' e salvaguardasse l'occupazione. In questo modo, invece, da oggi altre 1.400 persone in Italia, di cui 250 solo nella nostra provincia, dove a Lesegno c'e' uno stabilimento della Riva Acciaio, sono senza lavoro. E il danno sara' ancora maggiore, perche' molte aziende meccaniche della Granda hanno nell'Ilva il loro principale se non unico fornitore di materia prima. Ora saranno costrette a ripiegare su prodotti di importazione, perdendo il vantaggio competitivo di disporre di fornitori vicini in grado di rispondere con tempestivita' a variazioni quantitative e qualitative negli approvvigionamenti. Non voglio neanche pensare alle ripercussioni che questa chiusura improvvisa causera' sui prezzi della materia prima''.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Bankitalia
Bankitalia: crescita prosegue, Pil 2017 a +0,9% e 2018 a +1,1%
Bankitalia
Bankitalia: disoccupazione resta elevata, calo solo graduale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4