lunedì 27 febbraio | 11:10
pubblicato il 24/set/2015 16:12

Il successo di Blablacar, fundraising per 170 milioni di euro

Il Ceo Mazzella: li useremo per espanderci in altri Paesi

Il successo di Blablacar, fundraising per 170 milioni di euro

Milano, 24 set. (askanews) - Oltre 170 milioni di dollari raccolti mediante fundraising, grazie a due grossi fondi di investimento americani, oltre 20 milioni di utenti in 19 paesi compresi l Italia, dal 2012, India e Messico. Numeri da capogiro che accompagnano la crescita esponenziale di blablacar, il sito francese di carpooling divenuto in poco tempo il punto di riferimento per gli autostoppisti della nuova generazione, al punto da essere quotato oltre un miliardo e mezzo di euro.

"Questi soldi sono un importante passo avanti per la crescita dell'azienda - spiega il 39enne italo-francese Frédèric Mazzella, presidente e fondatore di Blablacar - vuol dire che siamo sulla strada giusta e continuaiamo la nostra espansione internazionale e ne siamo orgogliosi. Questo ci permetterà di avere più mezzi a disposizione per i nostri progetti".

Il meccanismo che sta alla base del successo è semplice. Chi deve spostarsi in auto da un posto all'altro può offrire - condividendo le spese - un passaggio a persone, anche sconosciute, in viaggio per la stessa destinazione. In questo modo l'autista ammortizza i costi mentre i passeggeri viaggiano a prezzi contenuti rispetto ad altri mezzi di trasporto come treno o aereo; più o meno una trentina di euro per una distanza di 5-600 Km.

"É vero che nei primi anni nessuno avrebbe creduto a un simile successo - continua Mazzella - la gente diceva: ma davvero le persone vogliono mettere a disposizione le proprie auto? E ora siamo di fronte a un nuovo modello di uso condiviso dell'auto, perché ce ne sono decine di milioni che generalmente viaggiano pressoché vuote".

Gli analisti la chiamano "economia collaborativa" e Blablacar non è l'unico esempio virtuoso. Ormai, soprattutto nelle grandi città ce ne sono a decine, come i servizi di carsharing o i taxi di Uber ma in più Blablacar offre il vantaggio di socializzare, con tanti bla bla durante il viaggio e chissà, magari facendo nascere anche qualche amore.

(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech