martedì 28 febbraio | 16:26
pubblicato il 16/set/2016 16:52

Il settimanale Internazionale torna a Ferrara con il festival

Dal 30 settembre al 2 ottobre 120 incontri e 240 ospiti

Il settimanale Internazionale torna a Ferrara con il festival

Roma, (askanews) - Duecentoquaranta ospiti, 120 incontri, 60 testate giornalistiche e 250 ore di programmazione. Sono i numeri del festival di Internazionale che si svolgerà a Ferrara dal 30 settembre al 2 ottobre. Un appuntamento che, giunto alla decima edizione, rafforza il legame tra il settimanale e la città e affronta i temi più importanti del momento, dall'immigrazione alla politica internazionale, dalla crisi economomica al ruolo dell'informazione.

Una finestra sul mondo come spiegato il direttore di Internazionale, Giovanni De Mauro. "Questa è la decima edizione di Internazionale a Ferrara, è il decimo anno che veniamo ospitati in questa meravigliosa città e come tutti gli anni sarà come sfogliare un grande numero, lungo tre giorni, un grande numero di Internazionale in cui si alterneranno registri diversi, ospiti, approfondimenti, incontri, dialoghi. Cercheremo anche di ascoltare molto oltre che parlare, insomma sarà dinuovo per noi un appuntamento molto importante".

Tra gli argomenti che verranno discussi, "il rapporto tra le donne e la politica negli Stati Uniti", pensando naturalmente alla corsa alla Casa Bianca di Hillary Clinton e i rapporti di politica internazionale con la presenza dei genitori di Giulio Regeni. L'Europa a pochi mesi dalla Brexit e il diritto internazionale umanitario saranno gli altri temi in agenda. Beatrice Covassi, capo della rappresentanza in Italia della Commissione Europea che collabora al festival, ha illustrato i temi. "E un appuntamento molto importante che si rinnova da sette anni e quest anno il Festiva toccherà tutte le tematiche in un momento cruciale dell Unione europea che stiamo attraversando e che sono state anche illustrate dal presidente Junker nello stato dell unione".

In particolare la dottoressa Covassi ha spiegato che l'attualità sarà centrale nelle discussioni. "Verranno affrontati tutti gli argomenti all agenda di oggi, in particolare la migrazione, la crisi economica, ma anche l unione senza slancio, quindi, come ripartire da questi momenti di crisi per andare avanti e guardare al futuro".

Un evento atteso anche dalla città che ospita il festival ormai da dieci anni, come ha sottolineato il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani. "Molto importante per la nostra città, per i nostri giovani, per gli studenti universitari, per le persone che ospitiamo: Ferrara diventa una ribalta internazionale, diventa una città che diventa smart finalmente con una riflessione sui temi internazionali e anche si sprovincializza un po l approccio che il nostro nord il nostro nord-est ha nell affrontare alcuni temi. Quindi un occasione di crescita molto significativa".

Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Taxi
Taxi, Cgia Mestre: in Italia i costi di gestione più alti dell'Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech