domenica 04 dicembre | 23:52
pubblicato il 28/ago/2015 14:53

Il Brasile entra ufficialmente in recessione

Il Pil cala dell'1,9% nel secondo trimestre

Il Brasile entra ufficialmente in recessione

Roma, 28 ago. (askanews) - Il Brasile è entrato ufficialmente in recessione. I dati ufficiali della settima economia mondiale, appena comunicati, aggiungono un ulteriore elemento di pessimismo per un Paese colpito dal crollo dei prezzi delle materie prime, dalla crisi politica e dagli scandali. Nel secondo trimestre, secondo i dati comunicati dall'istituto statistico IBGE, il prodotto interno lordo del Paese è calato dell'1,9% dopo che anche il primo trimestre aveva registrato un calo pari allo 0,7%.

L'economia carioca ha registrato un rallentamento negli ultimi quattro anni dopo il boom legato alle esportazioni delle materie prime, principalmente verso la Cina. E il calo dei prezzi del petrolio e di altre 'commodities' ha aperto ampie falle nel bilancio pubblico

Lo scenario politico resta teso, con la presidente Dilma Rousseff che si trova da un lato ad affrontare le richieste di impeachment e dall'altro il crescente scontento per le misure di austerità. (con fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari