martedì 21 febbraio | 22:49
pubblicato il 13/nov/2013 13:57

Ideal Standard: trovato accordo che evita chiusura stabilimento Orcenico

(ASCA) - Pordenone, 13 nov - Accordo nella vertenza Ideal Standard: l'azienda interrompe le procedure di mobilita' e accetta di attivare la richiesta di Cassa integrazione in deroga, in vista di una possibile cessione del sito produttivo ad un nuovo acquirente. E' il risultato dell'incontro svoltosi questa mattina nella sede di Unindustria Pordenone tra la proprieta' e i sindacati.

Il vertice si e' svolto per dare seguito all'esame congiunto previsto dalla legge nell'ambito della procedura di mobilita' attivata da Ideal Standard a seguito della decisione di chiudere lo stabilimento di Orcenico di Zoppola.

Le organizzazioni sindacali, in maniera ferma hanno contestato tanto le motivazioni industriali della decisione di cessare l'attivita' ad Orcenico quanto gli effetti della stessa con il licenziamento del personale. Nel prosieguo della trattativa la rappresentanza sindacale ha rinnovato all'Azienda la richiesta di valutare attentamente la possibilita' di ricorso alla Cig in deroga alla luce tanto degli impegni informalmente confermati dal ministero del Lavoro nell'ultimo incontro del 30 ottobre, quanto delle iniziative collegate alle prospettate attivita' collegate alla cessione dello stabilimento.

L'azienda, nel confermare l'effettiva esistenza di contatti finalizzati all'alienazione del sito di Orcenico, ha manifestato la disponibilita' ad attivare la Cassa in deroga in deroga per tutti gli stabilimenti, se sussisteranno i presupposti per il riconoscimento dell'ammortizzatore sociale e della garanzia di effettiva erogazione di tale trattamento ai lavoratori.

Ne consegue che, non appena il Governo (ministero dello Sviluppo economico e ministero del Lavoro), in considerazione della straordinaria situazione in cui versano i lavoratori interessati e in relazione agli sviluppi delle iniziative dichiarate dall'azienda, sottoscriva l'impegno a garantire per la durata di sei mesi a decorrere dal 1* gennaio 2014 l'impiego delle risorse occorrenti per la Cig in deroga, l'azienda ritirera' la procedura di mobilita' attivata per i 409 dipendenti dello stabilimento di Orcenico di Zoppola.

Le parti hanno sottoscritto un verbale di incontro che sottoporranno all'attenzione tanto del ministero dello Sviluppo economico quanto a quello del lavoro per ottenere garanzie sul prospettato percorso di salvaguardia occupazionale.

fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia