sabato 03 dicembre | 21:15
pubblicato il 02/nov/2013 12:13

Ideal Standard: Regione Fvg, azienda ha solo cercato pretesti

(ASCA) - Trieste, 2 nov - ''Vi e' la sgradevole sensazione che la questione della mancata certezza giuridica sulla cassa integrazione in deroga per il primo semestre del 2014, pur in presenza delle rassicurazioni del Governo, abbia costituito un mero pretesto per giustificare una scelta, quella di chiudere il sito di Orcenico, gia' presa a monte''.

Lo ha detto l'assessore regionale al Lavoro del Fvg, Loredana Panariti, presentando nell'ultima seduta della Giunta regionale una comunicazione sulla vicenda della Ideal Standard.

L'assessore ha informato la Giunta che la comunicazione formale dell'azienda di aver avviato la procedura di licenziamento dei 409 lavoratori di Orcenico (Pn), e' arrivata in Regione con una fax alle 9.15 del 31 ottobre scorso, dimostrando ''una solerzia datoriale sfortunatamente non ravvisata nei tavoli di confronto locali e nazionali''.

La mancata certezza giuridica della cassa in deroga e' stata un ''pretesto'' perche', proprio sul piano giuridico, non sarebbe stato possibile emettere un'autorizzazione per il 2014, in quanto gli stanziamenti vengono stabiliti per il singolo anno solare.

Nella comunicazione di avvio della procedura di licenziamento si dice infatti espressamente, ha ricordato l'assessore Panariti, che ''lo strumento della cassa integrazione in deroga, quand'anche fosse accessibile, costituirebbe un mero rimedio temporaneo, del tutto inidoneo a fronteggiare una crisi che ha invece carattere strutturale''.

''Cio' che non puo' essere in alcun modo accettato - ha detto l'assessore - e' che un'azienda che ha beneficiato per quattro anni consecutivi delle provvidenze statali dei contratti di solidarieta' difensivi per i propri lavoratori, non consideri affidabili le rassicurazioni del Governo nazionale''.

L'assessore ha anche ricordato i benefici di cui l'impresa ha usufruito da parte della Regione, con riferimento ai lavoratori di Orcenico interessati dall'attuazione dei contratti di solidarieta': contributi di 346 mila euro nel 2010, di 408 mila euro nel 2012 e contributi gia' erogati nel 2013 di 132 mila euro a fronte di una concessione di 514 mila.

''Nell'esprimere la piu' sentita solidarieta' ai lavoratori e alle loro famiglie e nel confermare la forte vicinanza alle parti sociali, l'Amministrazione regionale - ha detto in giunta Panariti - si attivera' immediatamente per fare in modo che la vertenza Ideal Standard continui a rappresentare una questione industriale e occupazionale di interesse nazionale, con la necessita' che i ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro proseguano la loro azione, in raccordo con il territorio, per scongiurare la chiusura dello stabilimento di Orcenico''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari