domenica 26 febbraio | 18:01
pubblicato il 23/ott/2013 15:52

Ict: a Milano parte Smau. Mercato digitale in crescita del 10%

(ASCA) - Milano, 23 ott - E' boom per il mercato italiano del digitale. Il tasso di crescita registrato nel 2013 dai mercati digitali consumer - intesi come tutti quei mercati basati su piattaforme digitali (Pc/Tablet, Sofa-Tv digitali, Mobile) e destinati al consumatore finale - e' stato del 10%, per un giro d'affari complessivo superiore ai 17 miliardi di euro. Il dato e' contenuto della ricerca condotta dall'Osservatorio Smau-School of Management del Politecnico di Milano e presentata oggi in occasione della giornata di apertura della 50ma edizione di Smau, il salone milanese dell'informatica e delle nuove tecnologie aperto al pubblico fino al 25 ottobre.

Secondo lo studio, vola soprattutto l'eCommerce che sfiora quota 10 miliardi di euro. La quasi totalita' del mercato e-commerce e' rappresentata dall'acquisto di prodotti e servizi non digitali su Pc/Tablet, che includono anche gli ottimi risultati delle iniziative che vendono coupon (+22% sul 2012).

Continua a pesare significativamente l'acquisto di servizi (pari a due terzi del mercato), trainato anche nel 2013 dal turismo che, da solo, genera il 50% circa dell'eCommerce su Pc/Tablet nel nostro Paese. Crescono comunque positivamente quasi tutti i settori merceologici con punte superiori al 30% nel caso dell'Abbigliamento.

Un capitolo a parte merita il mobile commerce, l'acquisto di prodotti e servizi attraverso cellulari: anche se con un valore assoluto ancora limitato, il comparto cresce in maniera significativa (circa 2,5 volte il valore dello scorso anno) per un giro d'affari che nel 2013 supera i 330 milioni di euro, soprattutto per i biglietti per il trasporto (sia aereo che ferroviario) e alle vendite a tempo (ovvero le vendite di prodotti di brand molto noti, prevalentemente in ambito fashion, in campagne della durata di pochi giorni).

Il digitale si conferma dunque un settore in crescita. Non a caso, e' l'unico a fare la parte del leone sul fronte della raccolta pubblicitaria. Mentre gli investimenti pubblicitari sui canali tradizionali risultano in calo complessivamente di circa il 15%, la raccolta sui canali digitali fa segnare un incremento del 7% e ricavi di circa 2 miliardi di euro.

fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech