domenica 04 dicembre | 13:17
pubblicato il 07/feb/2016 15:07

I crolli delle Borse stravolgono la classifica dei miliardari

Il messicano Carlos Slim ha bruciato 24 miliardi in un anno

I crolli delle Borse stravolgono la classifica dei miliardari

Roma, 7 feb. (askanews) - Anche tra i paperon de paperoni del globo molti iniziano a guardare con una certa apprensione gli indici di Borsa. La tempesta che sta investendo i mercati azionari sta condizionando pesantemente i patrimoni a 12 zeri con l'effetto di stravolgere la classifica dei miliardari.

Il più colpito è senza dubbio il messicano Carlos Slim. Un anno fa al secondo posto della classifica di Forbes con 77,1 miliardi di dollari. In 12 mesi ha visto andare in fumo 24 miliardi a causa delle quotazioni in picchiata del suo impero della telefonia. Sono senz'altro spiccioli i 40 milioni di dollari persi con l'investimento nel New York Times all'inizio del 2015 (di cui è tra i principali azionisti con il 17%). Anche Warren Buffett ha accusato una pesante cura dimagrante. L'oracolo do Omaha ha perso 12,5 miliardi di dollari e così alle quotazioni di venerdì scorso al secondo posto tra i miliardari del mondo c'è il patron di Zara, lo spagnolo Amancio ortega con 69,4 miliardi, 5 in più rispetto a un anno fa.

Saldamente al primo posto c'è sempre Bill Gates con 76,3 miliardi di dollari, tre in meno in un anno.

Perde posizioni Larry Ellison di Oracle, 10 miliardi in meno. Ora vanta un patrimonio di "apprena" 45,3 miliardi. Conto salato anche per i Walton, la famiglia più ricca del mondo grazie ai magazzini Wal-Mart. Christy Walton ha perso oltre 10 miliardi scivolando a 31 miliardi, i patrimoni di Jim, Alice e Robson Walton sono scesi di 7 miliardi ciascuno e oggi superano di poco i 32 miliardi di dollari.

La crisi di borsa ha quasi risparmiato i fratelli Koch, maggiori azionisti di Koch Industries. Charles e David vantano 40,8 miliardi rispetto ai 41,9 miliardi di un anno fa.

Tra gli europei Liliane Bettencourt di L'Oreal ha perso soltanto 3,7 miliardi in 12 mesi ed è incalzata da bernard Arnoult, nmero uno del colosso del lusso Lvmh che vanta un patrimonjio personale di 36,3 miliardi.

Guadagna molte posizioni Maria Franca Fissolo, vedova del patron della Ferrero. Il suo patrimonio è stabile a 23,1 miliardi di dollari. Il secondo italiano in classifica è Leonardo Del Vecchio di Luxottica che può contare su 19,4 miliardi, rispetto ai 20,4 miliardi di un anno fa.

Nonostante la crisi dei mercati, c'è anche chi va controcorrente. Il fondatore di Facebook Marck Zuckerberg in un anno ha visto lievitare il suo patrimonio da 33,4 a 48,2 miliardi. Se la classifica di Forbes fosse realizzata sui dati dell'ultima settimana sarebbe al quinto posto al mondo. Anche Jeff Bezos di Amazon non conosce crisi. La sua ricchezza è salita da 34,8 a 47,6 miliardi di dollari in un anno. Continua l'ascesa di larry page e Sergey Brin di Google: i rispettivi patrimoni sono aumentati da 29,7 a 35,9 miliardi di dollari.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari