domenica 26 febbraio | 04:58
pubblicato il 06/ott/2014 20:34

HP: ufficiale lo split in due società, esuberi salgono a 55mila

Si tratterà di distribuzione titoli a azionisti

HP: ufficiale lo split in due società, esuberi salgono a 55mila

New York, (askanews) - Separare per cercare il rilancio. Dopo le indiscrezioni del fine settimana, è arrivata la conferma della società. Hewlett-Packard si dividerà in due, separando la divisione che si occupa di stampanti e personal computer da quella che segue hardware e servizi, nel tentativo di migliorare le proprie sorti.

L'operazione sarà effettuata tramite una distribuzione esentasse di titoli agli azionisti alla fine dell'anno fiscale 2015. Secondo i piani, entrambe le nuove società saranno quotate e avranno un giro d'affari annuale stimato di oltre 50 miliardi di dollari.

La società ha anche annunciato che i licenziamenti saranno 5.000 in più di quanto inizialmente previsto, per un totale di 55.000 persone. HP aveva in precedenza ipotizzato 50.000 licenziamenti, circa 36.000 già effettuati nell'ambito del piano di ristrutturazione.

(immagini AFP)

Gli articoli più letti
Iraq
Iraq, a Mosul radio Isis tace e jihadisti in fuga
Calcio
Mancini sull'addio all'Inter: "Rifiutato triennale di Suning"
Cinema
Premi César 2017: trionfa il film "Elle" di Paul Verhoeven
Usa
Usa, serata a Broadway per ex presidente Obama e la figlia Malia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech