giovedì 19 gennaio | 02:13
pubblicato il 05/feb/2015 14:50

Grecia, Varoufakis:mai più un risanamento pagato solo dal basso

E non si può anteporre pagamento debito a riparazione economia

Grecia, Varoufakis:mai più un risanamento pagato solo dal basso

Roma, 5 feb. (askanews) - Ci sono due aspetti chiave su cui Atene non intende transigere, nel portare avanti una trattativa con l'Ue per rivedere il programma di aiuti. Due questioni che il nuovo governo targato Syriza ritiene inaccettabili. Il primo è che il piano portato avanti finora "non interviene sulla questione degli eccessi di corruzione e delle posizioni di rendita, ma cerca di risanare la Grecia partendo dal basso, non dall'alto", ha affermato il ministro delle Finanze Yanis Varoufkis.

L'altro nodo è che il programma "antepone la questione del pagamento dei debiti alla riparazione dell'economia", ha aggiunto nella conferenza stampa al termine dell'incontro a Berlino con il suo omologo tedesco Wolfgang Schaeuble. "E questo significa che la Grecia non potrà mai riprendersi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina