domenica 04 dicembre | 21:45
pubblicato il 30/giu/2015 12:48

Grecia, telefonata Tsipras-Juncker: ipotesi accordo in extremis

Misure sul debito ma governo deve indicare sì a referendum

Grecia, telefonata Tsipras-Juncker: ipotesi accordo in extremis

Roma, 30 giu. (askanews) - Il premier della greci Alexis Tsipras ha telefonato nel corso della notte al presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker e quest'ultimo gli ha fatto presente quale potrebbe essere l'architettura di un accordo dell'ultimo minuto prima del referendum. Lo ha riferito il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas.

Questo ipotetico accordo prevede che il governo greco accetti l'ultima offerta dei "creditori", ovvero della ex troika (Commissione, Bce, Fmi) con prolungamento del programma di salvataggio per cinque mesi, pubblicata dalla Commissione domenica scorsa, praticamente la stessa offerta che Atene ha rifiutato sottoponendola a referendum. L'accordo proposto prevede anche di discutere delle condizioni finanziarie e sostenibilità del debito greco.

Il governo greco poi si deve impegnare, accettando l'accordo, a fare campagna per il "sì" al referendum, cambiando quindi linea rispetto all'indicazione attuale che per il "no".

Parallelamente, un esponente di Syriza, Stelios Kouloglou, ha riferito che che "il piano Juncker va studiato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari