venerdì 09 dicembre | 09:31
pubblicato il 15/giu/2015 16:15

Grecia, Draghi: non possiamo prevedere conseguenze di non accordo

Ma ci sono glio strumenti per affrontare al meglio i problemi

Grecia, Draghi: non possiamo prevedere conseguenze di non accordo

Roma, 15 giu. (askanews) - Eurolandia oggi dispone degli strumenti "per affrontare al meglio" l'ipotesi di un non accordo sulla Grecia. Tuttavia "entreremmo in acque inesplorate - ha affermato il presidente della Bce Mario Draghi, durante una audizione al Parlamento europeo - e certamente non possiamo prevedere o immaginare oggi quali sarebbero le conseguenze sul medio e lungo termine".

Ad ogni modo "è piuttosto chiaro che quello che accade dimostra che l'area euro è una costrizione da completare e che se vogliamo gestire le conseguenze di eventi non previsti dovremo fare un balzo quantico nel nostro processo di integrazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina