martedì 28 febbraio | 02:35
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Governo/Spread s'impenna,Borsa crolla,Vescovi:in malora sacrifici

Alfano: non siamo stati noi a drammatizzare. Btp-Bund oltre 350

Roma, 10 dic. (askanews) - Dopo lo spread, anche la risposta dei mercati azionari alle dimissioni annunciate dal premier Mario Monti non si è fatta attendere. Piazza Affari ha aperto in ribasso dell'1,95% a 15.388 punti, per poi ulteriormente ampliare le perdite fino a cedere il 2,3%. Il differenziale tra Btp e Bund decennali ha sfondato la soglia dei 350 punti base, toccando quota 352, con il rendimento del decennale italiano balzato al 4,78%. E fioccano le polemiche sull'effetto delle dimissioni di Monti e delle responsabilità. "Non si può mandare alla malora i sacrifici di un anno" e "ciò che lascia sbigottiti è l'irresponsabilità di quanti pensano a sistemarsi mentre la casa sta ancora bruciando", ha affermato una intervista al "Corriere della Sera" il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco che si dice preoccupato per la "tenuta del nostro paese e la coesione sociale". Dal canto suo il segretario del Pdl Angelino Alfano ha sottolineato che non è stato il Pdl a "drammatizzare la situazione". "Un anno fa - ha ricordato Bagnasco - il problema era di mettere in sicurezza l'Italia in una crisi di sistema a lungo sottovalutata e di fronte a una classe politica incapace di riforme effettive. Il governo tecnico ha messo al riparo da capitolazioni umilianti. Non si possono mandare in malora i sacrifici di un anno". Di fatti "la chiusura anticipata della legislatura è sempre un segnale negativo per la politica e per un Paese". "Con le dimissioni siamo passati dall'ipotesi di voto il 10 marzo all'ipotesi di elezioni il 24 febbraio, appena due domeniche prima. Non mi pare ci sia questo dramma e non siamo stati certo noi a volerlo. Ecco perchè sono risibili le accuse di irresponsabilità da parte di Casini e Bersani. Se vogliono cinguettare tra di loro continuino pure a farlo", ha affermato il segretario del Pdl Angelino Alfano in una intervista al "Corriere della Sera" nella quale precisa che nel suo discorso alla Camera che ha provocato la decisione del premier Mario Monti di dimettersi "c'era l'indicazione di fare le cose necessarie e andare al voto il 10 marzo, nient'altro". Solo una settimana fa lo spread era sceso sotto la soglia dei 300 punti, toccando i minimi degli ultimi 9 mesi. Poi la risalita giovedi e venerdì scorso in scia allo strappo del Pdl che ha di fatto staccato in anticipo la spina dell'esecutivo. I mercati temono che il prossimo Governo non rispetti l'agenda Monti e le sue riforme e, nonostante le elezioni saranno anticipate solo di un mese, a pesare è lo scenario di incertezza politica dell'Italia che si avrà da qui a febbraio. Alfano ha poi confermato di avere sentito nelle ultime ore Monti con cui i rapporti sono sempre stati improntati a "cordialità e gentilezza": "Abbiamo avuto parole di rispetto nei confronti di Monti e siamo convinti che rimanga una risorsa preziosa per la Repubblica. Questo non può farci velo nel giudizio: in questo anno alcune cose sono state sbagliate e secondo me gliele ha fatte sbagliare il Pd".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech