lunedì 05 dicembre | 10:12
pubblicato il 26/feb/2014 17:37

Governo: Uilm, accelerare anche su politica industriale

(ASCA) - Roma, 26 feb 2014 - '''Correre, correre, correre'.

E' l'incitamento che Matteo Renzi, il piu' giovane Premier della storia della Repubblica, ha rivolto al Paese presentando l'azione che contraddistinguera' l'esecutivo in carica. 'Irrituale' il modo come lo ha fatto. 'Un libro dei sogni' quanto ha esposto. C'e' del vero in entrambi i giudizi critici espressi da una parte dell'opinione pubblica. Lo rileva Antonello Di Mario nell'editoriale su ''Fabbrica societa''' on line da domani.

''Senza entrare nel merito - sottolinea il direttore del giornale online della Uilm -, ci soffermiamo sui primi interventi promessi e sul ''timing'' in cui dovrebbero essere realizzati. Entro un mese, si dovrebbe sapere precisamente dove si prendono i soldi per la riduzione di almeno otto miliardi di euro del cuneo fiscale su lavoratori ed imprese, ed anche verificarsi lo sblocco di sessanta miliardi che la Pubblica Amministrazione ha di debito. Un impegno preciso, verificabile in tempi brevi, che da solo e' gia' un programma. Quindi, sicuramente un'enunciazione fuori dalla prassi a cui eravamo abituati; ma, se si realizza, puo' essere il primo passo di una corsa a cui possono seguirne altri. La sfida va condivisa, perche' per anni e' stata evocata dalle parti sociali ma si e' persa come un'eco nella valle dei tempi. Non possiamo piu' permetterci di stare fermi. Negli ultimi cinque anni di crisi abbiamo perso quasi cinque milioni di posti di lavoro. Ce lo dicono le rilevazioni congiunte di Banca d'Italia, Eurostat e Istat, analizzate dal Centro studi di Unimpresa''.

Per Di Mario ''il Paese puo' risalire la china investendo, soprattutto, in un'accorta politica industriale basata su una produzione intelligente. Lo chiediamo da tempo, ma e' come abbaiare alla luna. Vorremmo partecipare alla corsa in atto aggiungendo l'energia di tutte le nostre conoscenze e proposte al riguardo. 'Serve una rappresentanza rinnovata - scrive Giuseppe Berta - sia sul fronte delle imprese, sia su quello del mondo del lavoro. Piu' aderente ai nuovi ambienti di produzione, calata nelle loro specificita' e allo stesso tempo orientata a cogliere i loro aspetti e problemi comuni.

Insomma, ci vuole una rappresentanza con caratteri piu' industriali'. Questo significa condividere la logica unitaria che congiunge tutte le fasi del ciclo del prodotto, dalla sua progettazione fino al mercato. Solo cosi' saranno possibili investimenti coerenti sulla tecnologia, sull'organizzazione, sulle competenze professionali''.

E' questa - per il direttore di Fabbrica Societa' - ''la prospettiva che puo' garantire l' intelligenza e le produzioni qualificate. Ma perche' le parole di un giovane primo ministro non siano derubricate ad un sogno, occorre proprio tornare a sognare, a scommettere su se' stessi e sui propri figli. 'Darsi obiettivi ambiziosi - scrivono Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo - risanare il territorio.

Scrollarsi di dosso le mafie. Rompere le catene clientelari con la piu' vecchia, scadente e corrotta classe politica, salvo eccezioni, del mondo occidentale'. Per farlo e' bene rivolgersi direttamente al Paese, ma lo e' altrettanto salvaguardando il sano tessuto intermedio della nostra societa'. E' evidente che in questa corsa ad agganciare la ripresa, ogni forma e struttura sociale intermedia, sindacale, datoriale o associativa che sia dovra' rinnovarsi, pena il ridimensionamento. Ma e' altresi' necessario lavorare affinche' la rivisitazione di questi spazi intermedi sia resa possibile. Non puo' esserci futuro senza qualcuno con cui correre fino in fondo''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari