mercoledì 07 dicembre | 13:49
pubblicato il 12/nov/2011 18:10

Governo/ Tagli a ministeri, pensioni, statali. Le misure del Ddl Stabilità

Legge mancia, catalogo armi, privatizzazione servizi locali

Governo/ Tagli a ministeri, pensioni, statali. Le misure del Ddl Stabilità

Roma, 12 nov. (askanews) - Dalle pensioni di vecchiaia alle dismissioni immobiliari, dalla mobilità per gli statali alla stretta sul debito di Regioni ed enti locali, dalla 'legge mancia' alla 'mini-naja'. Sono alcune misure del ddl stabilità che ha ottenuto oggi l'ok definitivo della Camera. Il provvedimento contiene solo una piccola parte degli interventi sulla crescita promessi alla Ue e arriva al traguardo con la corsia preferenziale dettata dall'intrecciarsi della crisi di governo con le turbolenze dei mercati finanziari che si sono abbattute sui titoli del debito pubblico italiano. Queste le principali misure. GOVERNO BLINDA PENSIONE VECCHIAIA A 67 IN 2026. A partire dal 2026 tutti, uomini e donne, andranno in pensione di vecchiaia a 67 anni. Il requisito crescerà ulteriormente per raggiungere i 70 anni attorno al 2050. DISMISSIONE IMMOBILI PUBBLICI. Gli immobili saranno conferiti a uno o più fondi comuni d'investimento immobiliare e a una o più società, anche di nuova costituzione. I proventi saranno destinati alla riduzione del debito pubblico. VENDITA TERRENI AGRICOLI STATO. Entro tre mesi il ministero delle politiche agricole individuerà i terreni dello Stato a vocazione agricola da vendere. Prevista la possibilità di modifica della destinazione urbanistica. TAGLI SPESE MINISTERI. Scatta una raffica di riduzioni alla spesa dei ministeri per un totale di oltre 9,6 miliardi nel 2012, altri 4,4 miliardi nel 2013, e 4,2 nel 2014. Ridotte le spese di funzionamento Inps, Inpdap, Inail e Monopoli. TAGLI FAS. Tagli dei fondi Fas che verranno ridotti di 3,3 miliardi l'anno prossimo, di 2,534 miliardi nel 2013 e di 1,802 miliardi nel 2014. ASTA FREQUENZE. L'incasso extra (pari a 1,545 miliardi) dell'asta verrà ripartito per interventi vari (meno tagli a ministeri, differiemtno acconto Irpef, fondo ammortamento titoli di Stato). STOP TARIFFE MINIME PROFESSIONI. La riforma degli ordini professionali dovrà essere fatta entro 12 mesi e vengono sostanzialmente liberalizzate le tariffe. RIPARTONO TASSE ABRUZZO DA 2012, SCONTO 60%. Riprende dal 2012 la riscossione delle tasse ai cittadini abruzzesi colpiti dal sisma del 2009 e l'ammontare dovuto è ridotto al 40%. AUMENTO ACCISE BENZINA PER BONUS FISCALE GESTORI. In arrivo un aumento delle accise sulla benzina e sul gasolio nel 2012 e nel 2013. STRETTA DEBITO PUBBLICO ENTI LOCALI DA 2013. A decorrere dall'anno 2013, Regioni, Province e Comuni riducono l'entità del debito pubblico. In arrivo anche paletti più rigidi per il ricorso ai mutui e ad altre forme di finanziamento. TAGLI PIU' SOFT PER REGIONI. Recepimento e ripartizione Regione per Regione del gettito (1,6 miliardi) della 'Robin Tax' sui prodotti energetici destinato ad attenuare l'impatto della manovra di ferragosto sui conti dei Comuni. SU DEBITI ENTI LOCALI RISCHIO COMMISSARIAMENTO. Gli enti locali che hanno dei debiti dovranno su istanza del creditore certificare che i loro debiti sono certi ed esigibili. Se inadempienti il Tesoro nominerà un commissario. MISSIONI INTERNAZIONALI: 700 milioni di euro in più per le missioni. MINI-NAJA. La misura viene resa a carattere permanente. Nel 2012 è previsto uno stanziamento di 7,5 milioni per il 2012 e 1 milione a partire dal 2013. LIBERALIZZAZIONI SERVIZI LOCALI. Nuove misure per la privatizzazione dei servizi pubblici locali. Se gli enti locali non daranno attuazione, sarà il governo ad esercitare un 'potere sostitutivo'. PACCHETTO LAVORO. Sgravio del 100% dei contributi dovuti dal datore di lavoro in aziende fino a un massimo di 9 lavoratori per i contratti di apprendistato stipulati nel 2012-2016. A pagarlo saranno i lavoratori parasubordinati con l'aumento di un punto percentuale dell'aliquota contributiva. Attuazione del credito d'imposta per il nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno.Incentivi anche per le donne, la semplificazion+e del lavoro part-time e del telelavoro. AMMORTIZZATORI SOCIALI. In arrivo 1 miliardo di euro nel 2012 per il fondo sociale per l'occupazione e la formazione che finanzierà anche la Cig in deroga. MOBILITA' STATALI E STIPENDIO RIDOTTO. Arriva la mobilità per gli statali in 'eccedenza'. Chi non è ricollocato avrà solo per due anni l'80% dello stipendio. STOP INDENNITA' TRASFERIMENTI STATALI. Gli statali subiranno lo stop alle indennità sui trasferimenti. In particolare, viene soppressa l'indennità di trasferta per il tempo impiegato per il viaggio, il rimborso delle spese sostenute, le spese per il trasporto di mobili e masserizie. SCUOLA. Si innalza da 500 a 600 il numero di alunni al di sotto del quale non possono essere assegnati dirigenti con incarico a tempo indeterminato. Passa da 300 a 400 la soglia per piccole isole, comuni montani, aree con specificità linguistiche. Taglio agli insegnanti impiegati al Miur, agli ex segretari scolastici, blocco degli scatti di anzianità del personale impegnato nell'Alta formazione artistica e musicale. FONDI UNIVERSITA'. In arrivo 400 milioni di euro nel 2012. Per le università private 20 milioni di euro. Per le scuole paritarie arrivano 242 milioni di euro. Per i policlinici universitari non statali 70 milioni di euro e per l'Ospedale Bambin Gesù 30 milioni di euro. PRESTITI D'ONORE E BORSE STUDIO. Integrazione di 150 milioni di euro per il 2012. LEGGE MANCIA. In arrivo 150 milioni di euro nel biennio 2012-2013 per rifinanziare la cosiddetta 'legge mancia': 100 milioni nel 2012 e 50 milioni nel 2013. CANCELLATO CATALOGO NAZIONALE ARMI. Viene abrogato il catalogo sulle armi comuni. CARCERE PER VIOLAZIONI CANTIERI TAV. In arrivo il carcere da tre mesi ad un anno più un'ammenda fino a 309 euro per violazioni chi 'si introduce abusivamente' o 'ostacola l'accesso' alle persone autorizzate nei cantieri della Tav della Torino-Lione. DEFISCALIZZAZIONI IRAP E IVA PER NUOVE AUTOSTRADE. Beneficiarie saranno le società di progetto che investono. ABROGAZIONE CATALOGO NAZIONALE ARMI. Spunta l'abrogazione del Catalogo nazionale delle armi comuni da sparo. AUMENTA CONTRIBUTO PROCESSI. Raddoppia quello per la Cassazione. Sale della metà per i giudizi di impugnazione. ZONE A BUROCRAZIA ZERO IN TUTTA ITALIA FINO A 2013. La misura è introdotta in via sperimentale. FONDI EDITORIA. Parziale ripristino dei fondi dell'editoria. PER EXPO 2015 DEROGHE A PATTO STABILITA'. In arrivo l'esclusione degli investimenti per l'Expo 2015 dal blocco dell'indebitamento che colpisce chi sfora il patto e alleggerimento delle sanzioni. AUTOTRASPORTO: Arrivano 400 milioni per il settore. STRETTA SPESE CARABINIERI E FIAMME GIALLE. Giro di vite sulle spese per il vitto dei Carabinieri e delle Fiamme gialle. Stretta anche per le spese per i Vigili del fuoco, il personale volontario dei pompieri, del corpo forestale dello Stato e delle capitanerie di porto. MENO FONDI PER SICUREZZA STRADE. Ridotto il finanziamento per il piano nazionale per la sicurezza stradale e il fondo per il funzionamento dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie. 5 PER MILLE. 400 milioni di euro per il 2012. ASSUNZIONI NAPOLI E POMPEI. 168 assunzioni straordinarie per la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e di Pompei. TAGLI AMBASCIATE E CONSOLATI. Alla Farnesina notevoli sacrifici in vista per la rete di ambasciate, consolati e istituti di cultura, spese di rappresentanza e indennità all'estero. VITTIME REATI MAFIA, ESTORSONI, USURA. Ridotti gli stanziamenti. Stretta sul trattamento economico accessorio per i dirigenti della Dia (direzione investigativa antimafia). CAF E GARANTE CONTRIBUENTE. Ridotti i compensi per l'assistenza fiscale da parte dei Caf, dai datori lavoro e professionisti. Stop al rimborso dell'Agenzia delle entrate a banche e Poste per la trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi. Il garante del contribuente diventa organo monocratico. CROLLO BARLETTA, FUORI PATTO 1 MLN SPESE. Un milione di euro per finanziare gli interventi legati al crollo del fabbricato di via Roma, in cui morirono 5 operaie, non saranno conteggiati ai fini del Patto di stabilità. ANAS. A partire dal primo gennaio 2012 Anas trasferirà a Fintecna tutte le partecipazioni detenute anche in società regionali. RADIO RADICALE. Avrà un finanziamento di 3 milioni di euro per il 2012. PROROGA FONDO NUOVI NATI. In arrivo la proroga del fondo di credito per i nuovi nati o adottati: le famiglie potranno contare su tassi agevolati fino al 2014. GIUDICI TRIBUTARI. Vengono rimodulati i punteggi per l'assegnazione degli incarichi. SINDACO UNICO PER LE SPA. Con ricavi e patrimonio sotto 1 milione di euro. Cos 121804 nov 11

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni