sabato 10 dicembre | 22:03
pubblicato il 11/nov/2011 16:56

Governo/ Pensioni, statali e dismissioni: le novità con l'ok del Senato

Legge mancia, catalogo armi, privatizzazione servizi locali

Governo/ Pensioni, statali e dismissioni: le novità con l'ok del Senato

Roma, 11 nov. (askanews) - Dalle pensioni di vecchiaia alle dismissioni immobiliari, dalla mobilità per gli statali alla stretta sul debito di Regioni ed enti locali. Sono alcune delle novità introdotte nel ddl stabilità che ha ottenuto oggi il via libera del Senato e che domani avrà l'ok definitivo della Camera. Il provvedimento contiene solo una piccola parte delle misure sulla crescita promesse alla Ue e arriva al traguardo con la corsia preferenziale dettata dall'intrecciarsi della crisi di governo con le turbolenze dei mercati finanziari. Niente da fare per ora sulle ipotesi circolate nei giorni scorsi sulla patrimoniale, l'Ici, le pensioni di anzianità e una maggiore flessibilità in uscita (i cosiddetti licenziamenti più facili). Di questi temi e altro ancora potrebbe occuparsi il futuro governo visto che ieri il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, ha invitato l'Italia a mettere in campo "il prima possibile azioni nette e determinate per centrare gli obiettivi di risanamento dei conti e per rilanciare la crescita". Rehn ha indicato le liberalizzazioni, lo spostamento del carico fiscale da lavoro e imprese verso consumi e immobili, la concorrenza e le pensioni. Queste le principali novità. GOVERNO BLINDA PENSIONE VECCHIAIA A 67 ANNI NEL 2026. A partire dal 2026 tutti, uomini e donne, andranno in pensione di vecchiaia a 67 anni. Raggiunto nel 2026 il requisito di 67 anni, questo crescerà "ulteriormente" per effetto dell'adeguamento agli incrementi della speranza di vita "per raggiungere valori prossimi ai 70 anni attorno al 2050". STOP TARIFFE MINIME PROFESSIONI. La riforma degli ordini professionali dovrà essere fatta entro 12 mesi e il governo ha cancellato la norma che vincola il compenso dei professionisti alle tariffe minime. DISMISSIONE IMMOBILI PUBBLICI. Arriva la dismissione degli immobili pubblici attraverso il conferimento di questi a uno o più fondi comuni d'investimento immobiliare e a una o più società, anche di nuova costituzione, le cui quote o azioni saranno prioritariamente oggetto di offerta pubblica di vendita. Il Tesoro potrà accettare come corrispettivo anche titoli di Stato. I proventi saranno destinati alla riduzione del debito pubblico. VENDITA TERRENI AGRICOLI STATO. Entro tre mesi il ministero delle politiche agricole individuerà i terreni dello Stato a vocazione agricola da vendere. Prevista la possibilità di modifica della destinazione urbanistica. RIPARTONO TASSE ABRUZZO DA 2012, SCONTO 60%. Riprende dal 2012 la riscossione delle tasse ai cittadini abruzzesi colpiti dal sisma del 2009 e l'ammontare dovuto per ciascun tributo o contributo, ovvero, per ciascun carico iscritto a ruolo oggetto delle sospensioni, al netto dei versamenti già eseguiti, è ridotto "al 40%". AUMENTO ACCISE BENZINA PER BONUS FISCALE GESTORI. In arrivo un aumento delle accise sulla benzina e sul gasolio nel 2012 e nel 2013. L'incremento è previsto per rendere strutturale il bonus fiscale ai gestori di impianti. PER EXPO 2015 DEROGHE A PATTO STABILITA'. In arrivo l'esclusione degli investimenti per l'Expo 2015 dal blocco dell'indebitamento che colpisce chi sfora il patto e alleggerimento delle sanzioni. STRETTA DEBITO PUBBLICO ENTI LOCALI DA 2013. A decorrere dall'anno 2013, Regioni, Province e Comuni riducono l'entità del debito pubblico. In arrivo anche paletti più rigidi per il ricorso ai mutui e ad altre forme di finanziamento. TAGLI PIU' SOFT PER REGIONI. Recepimento e ripartizione Regione per Regione del gettito (1,6 miliardi) della 'Robin Tax' sui prodotti energetici destinato ad attenuare l'impatto della manovra di ferragosto sui conti dei Comuni. SU DEBITI RISCHIO COMMISSARIAMENTO ENTI LOCALI. Gli enti locali che hanno dei debiti dovranno su istanza del creditore certificare che i loro debiti sono certi ed esigibili. Se inadempienti il tesoro nominerà un commissario. LIBERALIZZAZIONI SERVIZI LOCALI. In arrivo una spinta alla privatizzazione dei servizi pubblici locali. Se gli enti locali non daranno attuazione alle misure, sarà il governo ad esercitare il "potere sostitutivo" per liberalizzare i servizi. PACCHETTO LAVORO. Dal gennaio 2012 per i contratti di apprendistato stipulati entro il 31 dicembre 2016 viene riconosciuto ai datori di lavori con aziende fino a un massimo di 9 lavoratori uno sgravio contributivo del 100% per i periodi contributivi maturati nei primi tre anni di contratto. A pagarlo saranno i lavoratori parasubordinati con l'aumento di un punto percentuale dell'aliquota contributiva. Incentivi anche per le donne, la semplificazione del lavoro part-time e del telelavoro. SINDACO UNICO PER LE SPA. Con ricavi e patrimonio sotto 1 milione di euro. MOBILITA' STATALI E STIPENDIO RIDOTTO. Arriva la mobilità per gli statali in 'eccedenza'. Chi non è ricollocato avrà solo per due anni l'80% dello stipendio. LEGGE MANCIA. In arrivo 150 milioni di euro nel biennio 2012-2013 per rifinanziare la cosiddetta 'legge mancia': 100 milioni nel 2012 e 50 milioni nel 2013. CANCELLATO CATALOGO NAZIONALE ARMI. Viene abrogato il catalogo sulle armi comuni. CARCERE PER VIOLAZIONI CANTIERI TAV TORINO-LIONE. In arrivo il carcere da tre mesi ad un anno più un'ammenda per chi "si introduce abusivamente" o "ostacola l'accesso" alle persone autorizzate nei cantieri della Tav della Torino-Lione. DEFISCALIZZAZIONI IRAP E IVA PER NUOVE AUTOSTRADE. Beneficiarie saranno le società di progetto che investono ABROGAZIONE CATALOGO NAZIONALE ARMI. Spunta l'abrogazione del Catalogo nazionale delle armi comuni da sparo. AUMENTA CONTRIBUTO PROCESSI. Raddoppia quello per la Cassazione. Sale della metà per i giudizi di impugnazione. GIUDICI TRIBUTARI. Vengono rimodulati i punteggi per l'assegnazione degli incarichi. ZONE A BUROCRAZIA ZERO IN TUTTA ITALIA FINO A 2013. La misura è introdotta in via sperimentale. PROROGA FONDO NUOVI NATI. In arrivo la proroga del fondo di credito per i nuovi nati o adottati: le famiglie potranno contare su tassi agevolati anche per gli anni 2012, 2013, 2014. CROLLO BARLETTA, FUORI PATTO 1 MLN SPESE. Un milione di euro per finanziare gli interventi legati al crollo del fabbricato di via Roma, in cui morirono 5 operaie, non saranno conteggiati ai fini del Patto di stabilità. FONDI EDITORIA. Parziale ripristino dei fondi dell'editoria. POLICLINICI UNIVERSITARI PRIVATI: In arrivo 70 milioni di euro. ANAS. A partire dal primo gennaio 2012 Anas trasferirà a Fintecna tutte le partecipazioni detenute da Anas anche in società regionali. RADIO RADICALE. Avrà un finanziamento di 3 milioni di euro per il 2012.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina