mercoledì 22 febbraio | 16:51
pubblicato il 06/mar/2014 19:00

Governo: Guidalberto Guidi all'Espresso, sono amico di Manes da 20 anni

Governo: Guidalberto Guidi all'Espresso, sono amico di Manes da 20 anni

(ASCA) - Roma, 6 mar 2014 - In merito alle anticipazioni dell'articolo dell'Espresso pubblicate oggi sulle agenzie di stampa ''Vorrei precisare che sono amico di Vincenzo Manes da oltre 20 anni. Una persona che stimo come imprenditore e come filantropo''. Cosi' l'imprenditore Guidalberto Guidi, padre del ministro per loo sviluppo economico, Federica Guidi, in merito alle anticipazioni del settimanale L'Espresso che rileva che Manes era socio di Guidi ed e' amico di renzi e finanziatore della Fondazione Open che fa riferimento al premier. ''L'articolo - precisa Guidi - tra le altre cose pone l'accento su una apparente contraddizione: ho acquisito da Manes la sua residua partecipazione del 37,5% in Ducati Energia nell'ottobre del 2011 per 3,9 milioni, mentre a fine 2012 Simest ha partecipato per 8 milioni di euro a un aumento di capitale dedicato alla crescita internazionale trovandosi cosi' in possesso del 15% della societa'. Si tratta pero' di due operazioni molto diverse.

Manes ha deciso di cedere la sua residua quota di minoranza in Ducati Energia , realizzando suppongo una plusvalenza rispetto ai valori a cui l'aveva in carico, in considerazione anche del fatto che tale partecipazione non dava dividendi ne' voce in capitolo nella gestione. Da oltre 9 anni infatti Ducati energia reinveste sulla crescita e l'innovazione tutti i suoi utili. Simest invece e' entrata nell'azionariato della societa' avendo la garanzia del rientro integrale del capitale nel 2017, ricevendo inoltre ogni anno un rendimento del 7%. Simest e' una societa' della cassa Depositi e Prestiti che a sua volta fa capo al Ministero dell'Economia e alla Fondazioni bancarie che ha gia' accompagnato negli anni scorsi la Ducati Energia nei suoi programmi di espansione all'estero, adempiendo cosi' al suo compito istituzionale di favorire l'internazionalizzazione della nostre PMI. Vorrei infine ricordare che Ducati Energia, proprio grazie alla sua espansione sui mercati mondiali, registra un costante incremento dei risultati: da un fatturato 2010 di 112 milioni e un ebitda di 12 milioni, e' passata a un fatturato di 127 milioni nel 2013 con un ebitda di 13,5 milioni. La buone prospettive di crescita del 2014 ci consentono di prevedere a fine anno un fatturato di circa 150 milioni e un ebitda di circa 17 milioni''.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe