venerdì 09 dicembre | 20:22
pubblicato il 26/set/2013 13:48

Governo: Cgia, se cade arriveranno 7,2 mld di tasse in piu' per famiglie

(ASCA) - Roma, 26 set - ''Se la settimana prossima il premier Letta dovesse essere costretto a rassegnare le dimissioni nel 2014 gli italiani potrebbero subire una vera e propria stangata. Tra il ritorno dell'Imu sulla prima casa e l'aumento dell'Iva che scatterebbe dal 1* gennaio, si troverebbero a pagare 9,4 miliardi di euro in piu'. Di questi, 7,2 miliardi sarebbero in capo alle famiglie e l'aggravio medio annuo per ciascun nucleo si aggirerebbe attorno ai 280 euro''.

Lo afferma in una nota il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi, spiegando che ''potrebbero essere questi gli effetti fiscali sulle tasche degli italiani a seguito dell'eventuale caduta del governo Letta''. ''Dando per scontato che domani la Presidenza del Consiglio dei Ministri approvera' una misura che spostera' l'aumento dell'Iva a partire dal 1* gennaio, nel 2014 potremmo ritrovarci a pagare l'Imu sulla prima casa e a subire l'aumento dell'Iva dal 21% al 22%'', conclude.

com-drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina