domenica 04 dicembre | 04:53
pubblicato il 24/feb/2014 16:42

Governo: Cannata, da aumento tasse su titoli Stato gettito modesto

(ASCA) - Roma, 24 feb 2014 - Sull'ipotesi di un aumento della tassazione dei titoli di Stato, attualmente gravati di un'imposta del 12,50%, la responsabile del debito pubblico italiano Maria Cannata, esprime qualche motivo di scetticismo: ''Un eventuale aumento della tassazione impatterebbe sui nettisti (investitori individuali, piccoli risparmiatori) che rappresentano una parte non rilevante di coloro che detengono titoli del debito pubblico. Gli effetti sarebbero modesti da un punto di vista del gettito'', ha detto Cannata. ''Non so invece l'effetto dal lato della domanda'', ha proseguito la responsabile del debito pubblico italiano, ricordando che per gli investitori individuali oltre alla ritenuta del 12,50% c'e' stato l'aumento anche dei bolli. La tassazione sui titoli di Stato non impatta invece sugli investitori istituzionali, banche, ecc. in quanto sono interessati al rendimento lordo e non a quello netto.

men/bra/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari