lunedì 23 gennaio | 01:46
pubblicato il 24/feb/2014 16:42

Governo: Cannata, da aumento tasse su titoli Stato gettito modesto

(ASCA) - Roma, 24 feb 2014 - Sull'ipotesi di un aumento della tassazione dei titoli di Stato, attualmente gravati di un'imposta del 12,50%, la responsabile del debito pubblico italiano Maria Cannata, esprime qualche motivo di scetticismo: ''Un eventuale aumento della tassazione impatterebbe sui nettisti (investitori individuali, piccoli risparmiatori) che rappresentano una parte non rilevante di coloro che detengono titoli del debito pubblico. Gli effetti sarebbero modesti da un punto di vista del gettito'', ha detto Cannata. ''Non so invece l'effetto dal lato della domanda'', ha proseguito la responsabile del debito pubblico italiano, ricordando che per gli investitori individuali oltre alla ritenuta del 12,50% c'e' stato l'aumento anche dei bolli. La tassazione sui titoli di Stato non impatta invece sugli investitori istituzionali, banche, ecc. in quanto sono interessati al rendimento lordo e non a quello netto.

men/bra/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4