lunedì 27 febbraio | 11:35
pubblicato il 14/giu/2014 14:09

Governo: Bonanni, Renzi ha problemi con Cgil e fa di tutta erba fascio

(ASCA) - Firenze, 14 giu 2014 - ''Se il Governo non discute col sindacato mi pare un gioco di societa'''. Lo ha affermato il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, intervenendo alla Festa della confederazione. ''Non ho mai discusso in questi anni come ho discusso con i ministri di questo Governo - ha proseguito - a noi non interessa sederci per dire si' o no. Quello e' un a teatrino.

Poletti dice 'poi decidiamo noi'. Quando mai hanno deciso altri'? Ognuno tira fuori la propria responsabilita' ed esperienza, se ce le ha''.

Bonanni ha comunque una sua chiave di lettura per il dialogo ridotto all'essenziale del Governo con le parti sociali.

''Siccome ha problemi serissimi con la Camusso e non lo puo' raccontare al suo partito, fa di tutta un'erba un fascio.

Vedete la Cisl scomposta? No, non lo e'. Il sindacato fa bene a muoversi di piu' nel legame con la gente. Noi abbiamo radici forti. Figuriamoci se siamo spaventati. L'unica cosa che dico e' l'efficacia, il Governo rischia il massimo movimento per il minimo spostamento''.

eco/tmn

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech