venerdì 20 gennaio | 04:47
pubblicato il 15/apr/2015 14:13

Google rischia multa da 6 mld, il record è 1 mld a Intel in 2014

Le indagini Ue partite 5 anni fa su segnalazione di Microsoft

Google rischia multa da 6 mld, il record è 1 mld a Intel in 2014

Roma, 15 apr. (askanews) - La Commissione europea ha formalizzato le accuse a Google di abuso di posizione dominante, un procedimento partito cinque anni fa dopo una segnalazione di Microsoft all'antitirust europeo.

Il leader mondiale dei motori di ricerca (in Europa ha una quota di mercato del 90%) rischia una multa fino a 6 miliardi di euro. Le sanzioni Ue infatti possono arrivare fino al 10% del fatturato, un limite alzato solo pochi anni fa dal 5%. Le maxi-sanzioni da parte dell'Antitrust europeo sono state avviate nel 2004 quando commissario era Mario Monti e inflisse una multa da 497 milioni di dollari a Microsoft. Negli ultimi 10 anni l'azienda creata da Bill Gates più volte è stata multata da Bruxelles per un totale che sfiora i 2 miliardi di euro.

La singola sanzione più pesante è ancora quella infltta a Intel nell'estate dell'anno scorso pari a 1,06 miliardi di euro per aver abusato della sua posizione donminante tra il 2002 e il 2007. Una cifra pari a circa il 2% del fatturato del colosso informatico.

Sempre l'anno scorso Bruxelles ha multato per un totale di 300 milioni di euro un gruppo di aziende (europee, coreane e giapponesi) accusate di aver costituito un cartello nel settore dei cavi elettrici.

Nel 2013 la sanzione più rilevante riguardò un gruppo di otto colossi bancari (tra cui Jp Morgan, Deutsche Bank, Societe generale) per aver fatto un cartello e manipolato i mercati Libor e Euribor. In totale 1,7 miliardi di euro.

Quasi 1,5 miliardi di euro la multa comminata dall'Antitrust europeo a un gruppo di produttori tv. A Philips e Lg sanzione di 391 milioni di euro ciascuna, meno salate le multe a Toshiba Panasonic con 185 milioni di euro.

Oltre 500 milioni di euro di multa nel 2007 a un gruppo di aziende europee produttrici di gomme sintetiche tra le quali Bayer e Shell.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale