lunedì 23 gennaio | 10:29
pubblicato il 18/nov/2013 11:08

Gme: online il nuovo numero della newsletter

(ASCA) - Roma, 18 nov - E' on line, scaricabile dal sito www.mercatoelettrico.org, il nuovo numero della Newsletter del Gestore dei Mercati Energetici.

La newsletter si apre con un intervento di Claudia Checchi e Ana Georgieva del REF sul ruolo del carbone nel mercato elettrico europeo. Secondo l'analisi realizzata dalle esperte della societa' di ricerche, l'utilizzo di questa fonte e' in aumento in molti paesi del Vecchio Continente grazie anche ai maggiori margini di redditivita' garantiti rispetto al passato. Tuttavia, ammettono Checchi e Georgieva, chi pensa che il contesto sia favorevole a nuovi investimenti nel settore sbaglia perche' ''esistono una serie di criticita' che rendono poco probabile questo scenario''. Il ragionamento e' legato al tema ambientale contenuto in tre direttive europee attualmente in vigore, la IPPC (Integrated Pollution Prevention and Control), la LCP (Large Combustion Plants Directive) e la IED (Industrial Emissions Directive). ''La Direttiva che maggiormente influenza le decisioni produttive attuali - spiegano nell'analisi - e' la LCP a seguito della quale la produzione di molti impianti e' stata contingentata'' contribuendo in sostanza, osservano, ''a concentrare la produzione in questo periodo di prezzi del carbone relativamente bassi, o se vogliamo, di margini piu' elevati''. Per quanto riguarda i nuovi entranti, invece, il long-term marginal cost (LTMC), che stima il ricavo medio di lungo periodo che garantisce la redditivita' minima dell'investimento, ''rimane ad oggi piu' economico per il carbone rispetto al ciclo combinato, anche se quest'ultimo presenta un costo di capitale nettamente inferiore''. Ma anche qui, sottolineano le esperte del REF, i rischi sono che le spese di ambientalizzazione legate ''all'implementazione della IED richiedano costi di capitale aggiuntivi rispetto a quelli considerati'' e i prezzi della CO2 e della materia prima salgano. Va aggiunto, inoltre, il discorso sulle rinnovabili. Gli impianti a carbone sono ''baseload, ossia adatti a un funzionamento costante nel tempo: se la penetrazione delle fonti rinnovabili dovesse aumentare ancora'', ammettono Checchi e Georgieva, ''la generazione a gas con cicli combinati rimane la tecnologia piu' adatta'' da utilizzare. Per questo, la fortunata fase congiunturale del carbone degli ultimi mesi, ''non e' un fenomeno marginale - osservano le due analiste del REF - ed e' sintomatico della difficolta' di realizzazione di politiche energetiche mirate, che la crescente globalizzazione e velocita' di cambiamento dei mercati tende a rendere gia' superate quando messe sulla carta. Il carbone rimane la tecnologia di produzione con costi piu' competitivi, lasciando suppore che gli impianti esistenti verranno sfruttati al massimo anche nei prossimi anni, anche a scapito di piu' moderni e meno inquinanti impianti a gas. Tuttavia - concludono Checchi e Georgieva -, l'analisi delle dinamiche in atto a livello europeo getta piu' di una perplessita' sulle potenzialita' aggiuntive di questa tecnologia e sulla capacita' degli investitori di scommettervi in un quadro cosi' incerto''. All'interno del nuovo numero sono pubblicati, inoltre, i consueti commenti tecnici, relativi i mercati e le borse elettriche ed ambientali nazionali ed europee, la sezione dedicata all'analisi degli andamenti del mercato del gas italiano e la sezione di analisi sugli andamenti in Europa, che approfondisce le tendenze sui principali mercati europei delle commodities.

La nuova pubblicazione GME riporta, inoltre, come ormai e' consuetudine, i dati di sintesi del mercato elettrico per il mese di ottobre.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4