sabato 10 dicembre | 02:21
pubblicato il 08/lug/2014 10:34

GME: conferma impegno per integrazione mercati europei

+++Il Gestore opera su quattro direttrici per l'integrazione+++ (ASCA) - Roma, 8 lug 2014 - Il GME conferma l'impegno per il processo di integrazione europeo dei mercati energetici. E' quanto ha sottolineato il presidente e ad del GME, Massimo Ricci, nella relazione annuale, indicando quattro direttrici di azione. In primo luogo garantire l'operativita' del Market Coupling sulla frontiera Italo Slovena avviato a partire dal 1* gennaio 2011 e che anno dopo anno ha visto crescere i volumi intermediati attraverso il meccanismo dell'asta implicita. Inoltre il GME ha proseguito il suo impegno diretto nell'ambito del Price Coupling Of Regions (PCR), progetto avviato ormai tre anni fa insieme alle principali Borse europee (Epex, Omel, Nord Pool Spot-NPS, APX e Belpex) e finalizzato all'applicazione di un meccanismo di price coupling a livello Continentale. Il PCR e' in avanzata fase di sviluppo ed e' gia' operativo in Scandinavia (NWE), in Europa continentale (CWE) e nella penisola iberica (SWE). Il prossimo passaggio, atteso per la fine del 2014, e' l'ulteriore implementazione del PCR nelle regioni Central East Europe (CEE) e Central South Europe (CSE), finalizzato a garantire un coupling delle regioni esteso a tutta Europa.

Nell'ambito delle iniziative regionali, il GME ha poi confermato la sua partecipazione all'Italian Borders Working Table - volto a definire i necessari processi di coordinamento pre e post coupling sulle frontiere italiane per il mercato Day Ahead -, un progetto comune tra le Borse Elettriche ed i Gestori di Rete appartenenti ai paesi che condividono con l'Italia una frontiera elettrica (Austria, Slovenia, Svizzera, Francia, Grecia) e funzionale, appunto, all'implementazione di un meccanismo di coupling regionale integrato con gli altri coupling regionali europei. Il progetto si basera' operativamente sull'algoritmo ed i sistemi software di interfaccia forniti dal PCR ed incorporera' il market coupling esistente con la Slovenia. Ad oggi l'Italian Borders Working Table ha positivamente registrato la finalizzazione della prima fase di disegno e studio, con l'approvazione da parte dei regolatori nazionali coinvolti, ed ha visto l'avvio della relativa fase di implementazione, il cui completamento e' atteso entro dicembre 2014. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina