lunedì 20 febbraio | 02:45
pubblicato il 20/dic/2011 09:09

Giustizia/ Severino: Serve riforma leggi su corruzione

"Inserire nel codice anche quella privata nelle imprese"

Giustizia/ Severino: Serve riforma leggi su corruzione

Roma, 20 dic. (askanews) - Leggi ad personam? "Non ho mai pensato - dice il ministro della Giustizia Paola Severino, intervistata da Repubblica - alla legge come qualcosa che possa essere contro qualcuno o a favore di qualcuno. Il legislatore deve intervenire quando c'è bisogno". Il guardasigilli annuncia un intervento sulla corruzione: "Sicuramente, ad esempio, - afferma - c'è bisogno di una riforma dei delitti contro la pubblica amministrazione, perché il comune sentire sociale lo richiede e perché ci sono figure giuridiche nuove da inserire nel codice come la corruzione privata all'interno delle imprese, e cioè una forma di corruzione che non riguarda solo i pubblici ufficiali". Severino avverte però che "una buona riforma dei delitti contro la pubblica amministrazione dev'essere preceduta da un intervento di revisione delle procedure decisionali e di gestione. Proprio per questo, con il ministro dello Sviluppo economico Passera e della Funzione pubblica Patroni Griffi, stiamo costituendo un tavolo di confronto per la semplificazione dei rapporti tra pubblica amministrazione e impresa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia