sabato 10 dicembre | 23:38
pubblicato il 26/set/2016 18:58

Giovani talenti digitali in gara per l'ufficio postale del futuro

Seconda maratona Hackaton: vincitori andranno a Slush di Helsinki

Giovani talenti digitali in gara per l'ufficio postale del futuro

Roma, (askanews) - Quarantacinque giovani talenti e nove squadre in gara tra di loro per due giorni. Con un solo obiettivo: elaborare un'idea digitale vincente per l'ufficio postale del futuro. Nella seconda edizione dell'Hackathon promossa da Poste Italiane in collaborazione con Digital Magics, sviluppatori, designer ed esperti di marketing si sono sfidati a colpi di linee di codice nel Talent Garden dello storico palazzo delle Poste di Viale Mazzini a Roma.

Spiega Edoardo, 22 anni: "E' una grande opportunità, primo perchè è un grandissimo partner, Poste Italiane. In Italia è uno dei più grandi player in assoluto. Poi penso perchè sia fondamentale entrare in contatto con un ecosistema veramente forte, sia aziendale sia di startupper".

Niccolò, 22 anni, qui ci è tornato: "E' molto interessabte perchè io essendo un programmatore e uno studente universitario che studia computer science, sono delle cose che interessano il mio campo e quello che voglio fare realmente, cioè programmare".

Gigliola Falvo, di Poste Italiane, illustra lo spirito dell'iniziativa destinata a ripetersi quest'anno. "Questo si inserisce in un percorso di innovazione digitale che Poste Italiane ha oramai iniziato qualche mese fa. Siamo a questo secondo appuntamento di incontro e di apertura verso giovani talenti dell'innovazione e del digitale per ricevere tutti quei suggerimenti reali per migliorare l'esperienza dei nostri clienti in particolare nell'ufficio postale, che è il cuore di Poste Italiane".

Ecco i vincitori, che potranno così partecipare dal 30 novembre allo Slush di Helsinki, il più importante appuntamento europeo delle startup. "Eugenio Petullà, Federico Venditozzi, Lucrezia Argentino, Daniele Scasciafratte, Simone Demelas".

Con un progetto molto concreto: "Abbiamo pensato a un sistema integrato digitale per la gestione delle raccomandate, il problema degli avvisi di giacenze e di quelle non ritirate, sviluppando l'app già esistente di Poste Italiane con una funzione chiamata raccomandapp".

Questa iniziativa potrà aiutare Poste Italiane a reclutare nuove risorse? "Assolutamente sì - ha spiegato Falvo - questo fa parte di un percorso verso i giovani talenti, verso i giovani, perchè Poste Italiane ha aperto le porte ai giovani e questo è un esempio molto reale".

Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina