mercoledì 07 dicembre | 10:05
pubblicato il 06/giu/2014 12:00

Giovani Confindustria: fuori chi corrompe e abbandona Italia

"Delocalizzare non può essere una qualsiasi opzione"

Giovani Confindustria: fuori chi corrompe e abbandona Italia

S. Margherita Ligure, 6 giu. (askanews) - Fuori da Confindustria non solo chi corrompe, ma anche chi abbandona l'Italia per delocalizzare le produzioni. E' l'appello lanciato al 44esimo convegno di Santa Margherita Ligure dal presidente dei giovani di Confindustria, Marco Gay, aggiungendo che serve uno "scudo industriale" per consentire alle imprese che hanno lasciato il Paese di poter ritornare a produrre in Italia. Ma per fare questo, ha sottolineato Gay, è necessario che "lo Stato sia nostro alleato". "Lo ha detto il presidente Squinzi alla nostra assemblea - ha affermato il leader degli under 40 di Confindustria - lo ripeto io: chi corrompe esca dalla nostra associazione. Aggiungo: esca chi non accetta che il legittimo profitto sia indissolubilmente legato al territorio che lo genera". Gay ha poi detto che "la delocalizzazione di quelle imprese che producono utili, ma che vanno alla ricerca di manodopera sempre più sottopagata, sradicando ricchezze produttive che hanno segnato la storia di intere città e distretti, oggi non può più essere considerata una qualsiasi opzione imprenditoriale. Allo stesso tempo non può essere l'unica opzione data dal sistema a coloro che rischiano di chiudere perdendo tutto, spesso il lavoro di generazioni, e sono costretti alla fuga per sopravvivere". Il presidente dei giovani imprenditori ha aggiunto: "Noi ci impegniamo a non lasciare l'Italia. Chi se ne è andato si impegni a tornare. Lo Stato, però, sia nostro alleato. Non dobbiamo far rimpatriare solo capitali, ma produzioni. Non ci serve uno scudo fiscale, vogliamo invece uno scudo industriale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni