sabato 03 dicembre | 01:57
pubblicato il 19/giu/2013 19:04

Giochi: una scheda per le nuove slot contro gioco minorile

(ASCA) - Roma, 19 giu - Sara' necessaria una scheda apposita dotata di codice a barre - una vera e propria tessera del giocatore - per poter giocare a una slot di ultima generazione. La scheda - informa Agimeg - servira' a identificare l'eta' del giocatore, e a evitare quindi che a effettuare partite siano dei minori. E' una delle previsioni contenute nelle Regole Tecniche di produzione e verifica per le slot di ultima generazione che i Monopoli di Stato hanno appena pubblicato. Le modalita' per ottenere la scheda non sono ancora state definite, verranno probabilmente specificate nelle disposizioni attuative che le stesse Regole Tecniche preannunciano. La scheda non e' l'unico presidio a tutela del giocatore, le nuove macchine infatti consentiranno di fissare limiti di posta e di tempo massimo. I giochi oltre all'elemento aleatorio, devono contenere elementi di abilita', e all'avvio o nel corso della partita devono consentire al giocatore di scegliere la propria strategia selezionando l'opzione considerata piu' favorevole.

Resta il divieto di riprodurre giochi simili al poker, la vincita massima resta di 100 euro, le macchine dovranno restituire come premi il 74% delle giocate, calcolato su un ciclo di 140mila partite. Si possono inserire solo monete - il costo della partita resta di un euro - e le macchine devono essere in grado di restituire il resto.

Qualora non contengano denaro sufficiente a pagare le vincite, devono restituire la posta. Ampio spazio nelle Regole Tecniche, anche agli stratagemmi studiate per impedire la manomissione delle macchine. Per accedere al cuore delle macchine si devono sbloccare delle serrature elettriche, attraverso un segnale cifrato che verra' inviato da remoto solo una volta identificato il soggetto che deve intervenire.

Anche le persone incaricate della manutenzione saranno infatti ''schedate'' e identificati - attraverso apparecchi che non necessariamente devono essere istallati sulla macchina - grazie a un certificato digitale emesso secondo gli standard internazionali fissati dalla DigitPa. Ciascun apparecchio dovra' essere dotato di un registro su cui annotare gli interventi di manutenzione effettuati, elencando tipo di intervento, data, estremi del soggetto che ha riparato il guasto.

Le macchine devono essere dotate di dispositivi che garantiscono l'inalterabilita' dei contatori e la non modificabilita' delle caratteristiche tecniche. Le schede di gioco - su cui e' istallato il dispositivo di controllo dell'Aams - devono essere alloggiate in dei contenitori trasparenti dotati di sigilli anti-effrazione. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari