venerdì 24 febbraio | 16:17
pubblicato il 02/apr/2014 15:44

Giochi: Rava' (Federgioco), nel 1* trim. incassi stabili per casino'

(ASCA) - Roma, 2 apr 2014 - ''Vogliamo avviare una presidenza obiettiva. Dai dati del bilancio del primo trimestre dei 4 casino' italiani emerge che c'e' una stabilita' rispetto ai cali dell'ultimo triennio''. Sono le parole di Vittorio Rava', presidente di Federgioco nel corso della presentazione a Roma, in un incontro con i giornalisti, sul nuovo programma dell'associazione che rappresenta le case da gioco italiane.

''Vorrei chiarire innanzitutto - ha spiegato - un punto sulla concorrenza dei casino': sono quattro casino' di vicinanza, non esiste attivita' concorrenziale. Non ha senso parlare di chi primeggia negli incassi, ma ha invece senso riportare i casino' ad essere delle aziende. Essendo i casino' municipalizzati, nel sistema dei comuni per anni le case da gioco sono state utilizzate come bancomat, facendo uscire dai casino' piu' di quello che si poteva produrre. Il segnale che abbiamo voluto dare, nel mio caso a Venezia, e' stato quello di dover risanare il bilancio, di avviare un trend di sanificazione. Purtroppo il grande assente nella storia dei casino' da un lato e' stata la politica, che ha sempre cercato consensi, dall'altro la creazione di una sorta di corporazione dei dipendenti delle case da gioco''. Con Federgioco - ha aggiunto Rava' -, ''in riferimento a questo aspetto, abbiamo avviato la strada della concertazione per il contratto collettivo nazionale del lavoro, ma tutti otterremmo migliori risultati valutando gli aspetti sindacali e non quelli di tipo corporativo. Federgioco vuole essere vicina ai casino' con soluzioni differenziate, a seconda della casa da gioco. Avvieremo subito il nuovo programma che prevede la ripresa dei rapporti e del dialogo con il nostro ministero di riferimento, quello dell'Interno, la creazione di un tavolo interministeriale per discutere di vari aspetti tra i quali l'inserimento di nuovi giochi e slot e il ruolo di supporto che avra' Federgioco nei confronti delle 4 aziende''. Una puntualizzazione viene da Rava' sulla questione dei contanti: ''non e' mia intenzione - conclude Rava' - fare una battaglia sui contanti in un momento in cui si richiede la quasi esclusivita' dei pagamenti elettronici. Credo che si tratti di una battaglia politicamente non accettabile''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech