martedì 17 gennaio | 21:06
pubblicato il 06/set/2013 11:58

Giochi: Parlamento Ue vota relazione il 10, online piu' tutele e regole

(ASCA) - Bruxelles, 6 set - Lotta alla frode sportiva, utilizzo dei proventi delle lotterie per il finanziamento dello sport ''di base'', maggiore ruolo dell'Ue nella regolamentazione del gioco d'azzardo. Sono solo alcuni dei punti della ''relazione del Parlamento europeo sul gioco d'azzardo on-line nel mercato interno'', al voto dell'Aula martedi' nella sessione plenaria di Strasburgo. Il testo - relatore il britannico Ashley Fox (Ecr) - e' gia' stato approvato all'unanimita' in commissione Mercato interno, e questo lascia presupporre un'approvazione dell'Aula. La relazione prevede una stretta contro gli illeciti: agli Stati membri si impone di ''assicurare che sia vietata'' la manipolazione fraudolenta dei risultati, per ottenere vantaggi economici o d'altro tipo, qualificando come reato qualsiasi violazione dell'integrita' delle competizioni, tra cui quelle collegate alle scommesse. Alla Commissione si chiede invece ad adottare iniziative a livello Ue contro il gioco d'azzardo on-line non regolamentato e sostenere la lotta contro il fenomeno delle partite truccate. Ancora, si chiede a stati membri e Commissione Ue di ''prendere provvedimenti'' contro l'offerta di gioco d'azzardo illegale proveniente dall'interno del territorio degli Stati membri.

Tra le misure contro gli illeciti le proposte di un sistema europeo di allerta per le autorita' di regolamentazione delle scommesse, per un rapido scambio d'informazioni sugli eventi sportivi truccati, e la possibilita' di vietare tutte le forme di 'spot fixing' (scommesse su parti di eventi o competizioni), quali le scommesse su calci d'angolo, punizioni, rimesse laterali e cartellini gialli, ''essendo provato che esse si prestano molto alle manipolazioni''.

Previste nel testo apposite disposizioni specifiche per la tutela dei minori. In primo luogo si prevede un gruppo di esperti col compito di ''garantire che sia impossibile l'accesso dei minori ai servizi di gioco d'azzardo on-line''.

Si esorta quindi la Commissione Ue ''a prendere in considerazione l'attuazione di un controllo obbligatorio dell'identificazione da parte di terzi, al fine di escludere dal gioco i minori o le persone che utilizzano false identita'''. Ancora, si chiede all'esecutivo comunitario di includere nelle sue raccomandazioni sulla pubblicita' responsabile del gioco d'azzardo un divieto di pubblicita' ingannevole dei servizi di gioco d'azzardo on-line indirizzata ai minori e ''agli altri soggetti vulnerabili'', in particolare nei social media, per impedire che il gioco d'azzardo sia praticato dai minori e proteggere le persone vulnerabili. Previste implicite campagne scolastiche, dato che il testo sottolinea ''l'importante ruolo della scuola, dei servizi di consulenza e dei genitori per la sensibilizzazione sul tema del gioco d'azzardo online e delle sue conseguenze per i minori''.

bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa