lunedì 20 febbraio | 16:41
pubblicato il 30/ott/2013 11:58

Giochi: a Corte Conti udienza maxipenali. Lottomatica chiede riduzione

(ASCA) - Roma, 30 ott - La Corte dei Conti e' chiamata in queste ore a decidere delle richieste di condono delle maxipenali sulle newslot. L'udienza in camera di consiglio si e' da poco conclusa, adesso si attende il decreto del collegio. Sono sei - informa Agimeg - le concessionarie che hanno chiesto la sanatoria (Lottomatica Videolot, Sisal, Snai, Cogetech, Gament e Cirsa). E' in vigore da stamattina la legge di conversione del decreto Imu, nel corso dei lavori parlamentari la norma sul condono e' stata modificata, in particolare e' stato riconosciuto uno sconto sulla condanna che i soggetti sono chiamati a pagare (la percentuale e' passata dal 25 al 20%), questi pero' per beneficiarne devono aver gia' versato la somma su un conto intestato al Mef. Lottomatica Videolot ha gia' effettuato il versamento (circa 20 milioni di euro), le altre concessionarie invece hanno chiesto un rinvio per poter modificare la domanda di condono cosi' come prevede la nuova formulazione della norma.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia