giovedì 08 dicembre | 08:01
pubblicato il 23/dic/2014 12:22

Giappone, parziale privatizzazione Japan Post nel 2015

Fondi serviranno per ricostruzione post-tsunami

Giappone, parziale privatizzazione Japan Post nel 2015

Roma, 23 dic. (askanews) - Le Poste giapponesi e le sue due unità finanziarie dovrebbero essere quotate in borsa contemporaneamente nella Borsa di Tokyo entro il prossimo autunno. Lo scrivono oggi i media giapponesi, cirando fonti informate.

Japan Post Holdings, Japan Post Bank e Japan Post Insurance sono al 100 per cento di proprità dello stato nipponico. Hli introiti della parziale privatizzazione dovrebbero andare a riempire un fondo destinato alla ricostruzione delle aree colpite dallo tsunami del 2011. Come offerta iniziale d'acquisto verrà messo sul mercato il 10 per cento di ognuna delle compagnie.

La privatizzazione delle poste fu iniziata nel 2005 dall'allora primo ministro Junichiro Koizumi, ma le resistenze interne al sistema politico e finanziario di fatto bloccarono il processo.

Japan Post dovrebbe annunciare entro fine anno il piano per la collocazione in borsa, secondo quanto scrive il quotidiano Nikkei shimbun. Il presidente della compagnia Taizo Nishimuro dovrebbe tenere una conferenza stampa a Tokyo venerdì.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni