domenica 11 dicembre | 05:43
pubblicato il 09/mag/2014 14:52

Genertel: ricordati a Trieste i primi 20 anni dalla fondazione

(ASCA) - Trieste, 9 mag 2014 - Genertel, la compagnia diretta di Generali Italia, celebra i 20 anni dalla fondazione mettendo a confronto l'esperienza di imprenditori, professionisti ed esperti economici per una riflessione sull'evoluzione dei consumatori e le professioni del futuro.

Ha infatti organizzato a Trieste il convegno ''Nuovi consumatori, nuovi mestieri'' che ha visto la partecipazione del sindaco della citta' Roberto Cosolini, di Aldo Minucci - presidente dell'ANIA - e di Philippe Donnet - Amministratore Delegato di Generali Italia -.

''Vent'anni fa Genertel cambiava il modo di fare assicurazione in Italia, inventando un nuovo mestiere: l'assicuratore diretto - ha dichiarato Davide Passero, ad di Genertel -. Cio' ha significato saper creare allora nuove competenze e nuove professionalita'. Da qui, l'idea di celebrare i nostri primi vent'anni riflettendo su come universita' ed imprese sono chiamate ad interpretare i comportamenti di consumo di clienti piu' consapevoli, interconnessi e capaci di giudicare servizi e prodotti con un un tweet o un semplice clic''. Data scientist, web master, community moderator sono solo alcuni dei nuovi mestieri sempre piu' presenti nei programmi delle aziende. Durante il convegno e' stato presentato da Massimo Busetti, senior partner e managing director di Boston Consulting Group, lo studio ''Megatrend, nuovi consumatori e nuovi mestieri: alcuni pensieri sul futuro che ci attende'', da cui emerge un nuovo profilo del consumatore che appare sulla scena: sicuramente piu' informato e piu' consapevole, le cui scelte di consumo avranno un forte impatto sui nuovi mestieri del futuro. Si stima che nel 2030 i nuovi consumatori saranno da un lato gli over 55 che, occupando la fascia di popolazione piu' numerosa e ricca, avranno sempre piu' potere decisionale sui consumi.

Dall'altro lato saranno sempre piu' presenti i cosiddetti ''millennials'', cioe' i consumatori con uno stile di vita fortemente condizionato dalla tecnologia soprattutto mobile, sempre connessi e interattivi, che si fidano dei social e non della pubblicita', fortemente individualisti e scolarizzati piu' che in qualunque altro periodo storico.

Secondo Massimo Busetti, senior partner e managing director di Boston Consulting Group, ''tutto questo determina profondi cambiamenti anche per il mercato assicurativo: penso ai nuovi prodotti di Long Term Care per anziani, ad esempio, che richiedono comprensione delle esigenze e delle problematiche di queste persone. Allo stesso tempo anche i giovani rappresentano un segmento sempre piu' importante e per loro il nuovo modello di fruizione del prodotto e' ad esempio quello delle assicurazioni temporanee: una persona si assicura mentre sta iniziando a sciare, o giocando a squash''.

fdm/res/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina