mercoledì 22 febbraio | 08:18
pubblicato il 28/nov/2013 13:16

Generali: Wsj, compagnia dimostra che l'Italia puo' cambiare

(ASCA) - Roma, 28 nov - Il Governo italiano potrebbe avere difficolta' ad attuare le riforme economiche, ma a livello microeconomico il cambiamento gia' e' in corso.

Lo scrive il Wall Street Journal, suggerendo al BelPaese di prendere esempio da Generali Assicurazioni: la compagnia assicurativa con una capitalizzazione di mercato al momento di 26 miliardi di euro, e' stata in passato al centro di quella rete di partecipazioni incrociate sorta in Italia a partire dal dopoguerra che ha contribuito a respingere gli investitori e a soffocare l'efficienza delle aziende.

Tuttavia, sotto la guida dell'a.d. Mario Greco, Generali ha iniziato a cedere asset non strategici arrivando gia' al 60% del target di dismissioni per 4 miliardi di euro fissato per il 2015 e ha posto fine ai patti parasociali con aziende come Pirelli e Rcs. Ieri la compagnia assicurativa ha inoltre ribadito il proprio impegno, grazie all'obiettivo di risparmiare 750 milioni di euro di costi l'anno entro il 2015, a offrire, sempre entro questa scadenza, un rendimento del capitale proprio del 13%, al di sopra sia dell'11,9% del 2012 che del 10/11% del costo del capitale. Questo impegno non dovrebbe dare il la' a grandi celebrazioni. Gli investitori, pero', stanno gia' seguendo il piano di turnaround visto che il titolo ha guadagnato da inizio anno il 23%, in linea con le performance del comparto, mentre, sulla base di un multiplo di 10,5 volte l'utile netto previsto per il 2014, secondo Citigroup scambia ad un premio di circa il 20% rispetto ai suoi principali concorrenti europei.

Il quotidiano statunitense rileva che Greco ha compiuto buoni progressi e se confermasse gli obiettivi di risparmio di costi, gli utili di Generali, secondo i calcoli di Deutsche Bank, potrebbero crescere del 15% l'anno nei prossimi tre anni, una performance migliore del tasso di crescita del 5% circa previsto in media per le concorrenti dirette europee. Se si crede che il top manager possa mantenere le promesse e che l'Europa eviti una nuova crisi, allora Generali potrebbe essere degna di una valutazione a premio.

red-drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Taxi
Taxi, Nencini: sindacati d'accordo per sospendere proteste
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia