mercoledì 22 febbraio | 20:39
pubblicato il 04/lug/2013 18:39

Generali: taglio costi energia nel bilancio di sostenibilita'

(ASCA) - Roma, 4 lug - Si rafforza l'impegno del Gruppo Generali in ambito ambientale e sociale. Nel 2012 sono ulteriormente diminuiti i consumi di energia elettrica, che per l'80% proviene oggi da fonti rinnovabili. A questo impegno si aggiunge quello a favore della comunita', con l'adozione di nuovi strumenti - la Carta degli impegni di sostenibilita' e il Codice di Condotta - per intervenire efficacemente e con sempre maggiore trasparenza verso tutti gli stakeholder. E' quanto emerge dal Bilancio di Sostenibilita' del Gruppo.

Il bilancio 2012 chiude un triennio che ha impegnato Generali nel raggiungimento di target ambientali, ora rilanciati in maniera ancora piu' sfidante nel Programma ambientale di Gruppo 2013-2015. Tra gli obiettivi, l'ulteriore riduzione pro capite del 5% del consumo di energia, acqua e carta e la volonta' di raggiungere, per quest'ultima voce, l'utilizzo del 95%di carta ecologica.

L'eco-sostenibilita' e' un imperativo anche nella gestione del patrimonio immobiliare, con numerosi immobili certificati LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) e interventi finalizzati a eliminare gli impianti piu' inquinanti.

L'azione di Generali nell'ambito della CSR e' testimoniata anche dall'adozione, nel 2012, della Carta degli impegni di Sostenibilita' che estende ora l'approccio gestionale per obiettivi, gia' adottato per l'ambiente, anche alle tematiche sociali attraverso l'assistenza e l'integrazione dei piu' deboli e svantaggiati, l'educazione civica, la ricerca e la formazione.

A cio' si aggiunge il recente Codice di Condotta che definisce le norme di comportamento che i dipendenti e i terzi che agiscono per conto del Gruppo devono osservare.

L'obiettivo e' promuovere le diversita' in un'ottica di inclusione e trasparenza nella comunicazione verso tutti gli stakeolder.

Grazie ai risultati raggiunti nell'ambito della Corporate Social Responsibility il Gruppo e' entrato nel 2012 in nuovi indici etici ed e' ora presente nei piu' importanti, quali ASPI Advanced Sustainable Performance Indices Eurozone, ECPI Ethical Indices, FTSE ECPI Italia SRI Index Series, FTSE4Good, Stoxx Sustainability Indices e Ethibel Sustainability Indices.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech