sabato 03 dicembre | 00:07
pubblicato il 28/ott/2015 08:38

Generali, Nagel: linea Mediobanca è confermare assetto vertici

Soddisfatti lavoro svolto da cda, presidente e Ad

Generali, Nagel: linea Mediobanca è confermare assetto vertici

Milano, 28 ott. (askanews) - Mediobanca è intenzionata a confermare l'attuale assetto di vertice di Generali, anche se la decisione dovrà essere presa insieme agli altri principali azionisti. Lo ha detto l'Ad di piazzetta Cuccia, Aberto Nagel, durante il briefing telefonico con le agenzie di stampa sui risultatai del primo trimestre 2015-2016. "Siamo soddisfatti del lavoro fatto dal cda, dal presidente e dall'amministratore delegato di Generali", ha affermato.

"Questo - ha spiegato Nagel - dovrebbe portare a dire quale sarà il nostro comportamento nei prossimi trimestri: siamo intenzionati a confermare un assetto che è stato molto convincente per strategie e per numeri. Però dobbiamo naturalmente confrontarci con gli altri azionisti per avere una visione comune. Ma - ha concluso - non credo ci siano nè dubbi nè difficoltà su questa visione comune, però non spetta a me anticipare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari