domenica 04 dicembre | 19:21
pubblicato il 27/nov/2013 15:23

Generali: Greco, S&P ha fatto un clamoroso errore

(ASCA) - Londra, 27 nov - ''Quello che leggo nella decisione di Standard & Poor's e' un clamoroso errore, non guardano ai numeri. Abbiamo una esposizione sull'Italia come quella sulla Germania, non capisco perche' considerano il nostro business solo in Italia. Hanno scoperto che c'e' la crisi in Italia, proprio ora che lo spread e' sceso ai minimi'' rispetto ai picchi delle crisi e ''il deficit e' sotto il 3% e il Pil risale'' cosi' Mario Greco, Ceo di Generali, ha commmentato, nel corso della conferenza stampa, la decisione di Standard & Poor's di mettere il rating sul debito di Generali in Creditwatch negativo.

''Noi non abbiamo piu' un problema di capitale, abbiamo fatto i migliori risultati degli ultimi 5 anni. Mi chiedo dove'' gli analisti di S&P ''abbiano vissuto in questi anni.

Non so a cosa serve che questi signori facciano questo lavoro. Siamo un gruppo internazionale, 3/4 del nostro business e' fuori dall'Italia, pero' ci assegnano il rischio Italia. In sostanza Standard & Poor's dice che non bisogna fare business in Italia. E poi perche' non dovremmo farlo in Italia che e' uno dei dieci paesi piu' evoluti del mondo''.

Greco ha spiegato come il Cfo Forum delle compagnie assicurative europee abbia scritto a Standard & Poor's contestando la metodologia adotatta dall'agenzia di rating, ma ''questi signori non hanno nemmmeno risposto''.

men/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari