domenica 22 gennaio | 20:06
pubblicato il 30/apr/2014 10:06

Generali: Galateri, un punto di riferimento internazionale

(ASCA) - Trieste, 30 apr 2014 - ''Oggi le Generali possono essere considerate un punto di riferimento a livello internazionale''. Lo ha detto il presidente delle Generali, Gabriele Galateri, aprendo l'assemblea dei soci a Trieste.

''Con la decisa spinta di Mediobanca guidata da Alberto Nagel, e dei nostri principali azionisti, Caltagirone, De Agostini e Del Vecchio, il Gruppo si e' rinnovato molto negli anni recenti, creando un management team coeso e ben organizzato, internazionale e preparato, che affronta con competenza e sistematicita' le sfide e le decisioni da prendere al vertice del Gruppo'' ha sottolineato Galateri.

''Il Consiglio e' stato rinnovato e ridotto. Oggi conta 11 membri, di cui ben sette indipendenti,con una forteed efficiente rappresentanza femminile. E' un consiglio formato da persone di grande esperienza e talento, capaci di fornire contributi diversi e preziosi alla gestione del Gruppo - ha puntualizzato Galateri -.

Il lavoro del Consiglio si svolge in armonia anche laddove la dialettica e' forte, sempre pero' senza conflitti, e dando un coerente supporto al management nelle decisioni necessarie al raggiungimento di obiettivi strategici da tutti condivisi. Si e' affermato un clima di trasparenza, e un insieme di valori e principi a cui tutti si allineano''. Questo ha permesso, ha aggiunto il presidente, ''di affrontare situazioni anche difficili, come la necessita' di fare ordine e di chiarire azioni passate a volte molto controverse. Mi riferisco in particolare all'azione legale che il consiglio ha deciso di intraprendere nei confronti dell'ex Amministratore Delegato e dell'ex Direttore Generale''. Galateri ha precisato che a questo proposito ''la procedura seguita dagli organi competenti interni alla societa' sia stata estremamente scrupolosa, in linea con le migliori prassi internazionali.

Al termine di questa procedura, il Consiglio di Amministrazione, sentito il parere del Comitato Controllo e Rischi, ha deliberato di dare mandato al CEO Mario Greco per attivare le azioni legali idonee - ha sottolineato ancora Galateri -. Voglio ribadire che queste azioni sono state decise nell'unico ed esclusivo interesse della societa', dei suoi assicurati e dei suoi azionisti. Questo esempio e' ulteriore dimostrazione di una governance interna efficace''.

Grazie a questo clima di assoluta trasparenza e rigore, ''il nostro Gruppo, sempre piu' soggetto allo scrutinio dei media e dei nostri vari stakeholder, puo' essere gestito con successo in un contesto globale e volatile come quello attuale'' ha concluso il presidente.

fdm/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4