lunedì 16 gennaio | 16:11
pubblicato il 23/apr/2014 20:22

Generali: collocato bond a 12 anni da 1 mld. Domanda per 7,4 mld

Generali: collocato bond a 12 anni da 1 mld. Domanda per 7,4 mld

(ASCA) - Roma, 23 apr 2014 - Generali ha collocato oggi in poche ore un'emissione obbligazionaria subordinata a tasso fisso e durata di 12 anni per un importo complessivo di 1 miliardo di euro. L'emissione, rivolta a investitori istituzionali, ha ricevuto una domanda per 7,4 miliardi di euro, oltre 7 volte superiore al target. Con l'emissione odierna, conclusa con successo, il Gruppo ha coperto le esigenze di finanziamento fino alle ''call date'' del 2016. ''Piu' del 80% - spiega il Leone di Trieste - e' stato allocato a investitori istituzionali a lungo termine a dimostrazione dell'ottimo riconoscimento del credito di Generali presso gli investitori blue chip''. A seguito del riscontro di mercato particolarmente positivo, la guidance di spread e' stata rivista rispetto alle indicazioni iniziali in area 250 punti base ad uno spread finale fissato a 225 punti base, con una cedola pari al 4,125% ed un relativo prezzo di emissione del 99,073%. ''L'emissione - prosegue Generali - e' finalizzata sia al ripristino del capitale regolamentare a seguito della mancata ammissibilita' del finanziamento subordinato per 500 milioni acceso nel 2008 e gia' ripagato, che al rifinanziamento del debito senior di Gruppo in scadenza nel 2015, ad un costo inferiore per il Gruppo. Complessivamente l'emissione portera' ad un miglioramento dell'Interest Cover Ratio di Gruppo. Il Gruppo possiede inoltre le risorse necessarie per ottenere una riduzione netta del debito di 1 miliardo entro il 2014 ed ha anche rifinanziato il debito senior in scadenza nel 2015 con uno strumento subordinato, di fatto riequilibrando il mix di indebitamento del Gruppo tra debito senior e subordinato''.

L'emissione ha raccolto un forte interesse da parte degli investitori esteri, che hanno rappresentato circa l'87% dell'ammontare emesso. Circa il 34% dell'emissione e' stato allocato a investitori istituzionali inglesi, circa il 14% a societa' tedesche e il 12% in Francia. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow