sabato 03 dicembre | 14:36
pubblicato il 28/giu/2013 11:14

Gas: Zanonato, scelta Tap di Shah Deniz importante per Italia ed Europa

Gas: Zanonato, scelta Tap di Shah Deniz importante per Italia ed Europa

(ASCA) - Roma, 28 giu - Il Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, manifesta ''profonda soddisfazione'' per la notizia della scelta definitiva, da parte del Consorzio Shah Deniz, del progetto TAP (Trans-Adriatic Pipeline) per l'export verso l'Italia e l'Europa di circa 10 miliardi di gas l'anno, aumentabili fino a 20. ''Si tratta - prosegue il Ministro - di un successo dei Dicasteri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri che, grazie all'impegno del Sottosegretario Claudio De Vincenti e del Viceministro Marta Dassu', questo progetto hanno promosso e perseguito con determinazione e perseveranza, anche attraverso la firma degli Accordi internazionali con la Grecia e l'Albania, a coronamento di una strategia di diversificazione degli approvvigionamenti fortemente sostenuta dal Mise''.

''E' anche - dice ancora il titolare dello Sviluppo Economico - un risultato positivo per l'Europa nel suo complesso. Infatti, l'arrivo di gas da nuovi fornitori indipendenti contribuira' alla copertura della domanda europea''.

Il Tap, spiega il Mise, e' il progetto che realizzera' l'apertura del ''Corridoio Sud'' con l'obiettivo di interconnettere le risorse di gas naturale dell'area del Caspio e del Medio Oriente all'Europa, tramite la costruzione di un gasdotto dedicato attraverso l'intera Turchia che, al confine turco-greco, fornira' gas al gasdotto TAP il quale poi, percorrendo la Grecia e l'Albania, attraversera' l'Adriatico fino alla Puglia, dove si ricongiungera' alla rete italiana del gas.

Il TAP, prosegue il Ministero, ''consentira' percio' di aumentare la sicurezza degli approvvigionamenti, la diversificazione delle fonti e delle rotte di provenienza del gas, riducendo i rischi derivanti da possibili riduzioni di flusso da altri gasdotti. In aggiunta, determinera' un aumento dell'offerta di gas e del numero di fornitori in concorrenza sul mercato italiano ed europeo, con benefici per i consumatori e le imprese anche in termini di competitivita' dei prezzi''.

''Per tutte queste ragioni - conclude il Mise - il TAP era stato incluso nella Strategia Energetica Nazionale: la sua realizzazione consentira' di andare verso un mercato sempre piu' concorrenziale e piu' integrato con quello europeo.

Infatti, grazie alle infrastrutture che gia' collegano la rete gas italiana con quelle del Centro e del Nord Europa, in fase di potenziamento, sara' possibile avere un mercato piu' articolato, con scambi transfrontalieri, ottimizzando cosi' l'utilizzo delle infrastrutture italiane. Infine, il TAP- dalle sue sezioni greca e albanese- consentira' lo sviluppo di una rete di gasdotti per l'intera area balcanica, promuovendo nel Sud -Est Europa lo sviluppo delle reti e del mercato del gas, settori in cui le imprese italiane, per la loro notevole esperienza, potranno avere un ruolo importante''. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari