martedì 17 gennaio | 10:26
pubblicato il 10/dic/2013 12:06

Gas: Recchi (Eni), da Ue piu' sinergia per mercato comune

(ASCA) - Roma, 10 dic - ''L'Europa rischia di perdere la sua sicurezza energetica ed e' obbligata a comprare''. Per Giuseppe Recchi, presidente dell'Eni, la problematica della rinegoziazione dei contratti 'Take or pay' puo' portare a una criticita' che non e' risolvibile ''con lo shale gas o con le energie rinnovabili ma unicamente con maggiori sinergie dell'Unione europea verso un vero mercato comune del gas''.

Recchi, intervenuto al foro di dialogo Italia-Spagna in corso a Roma, ha evidenziato come ''nell'area del Nord Africa ci siano difficolta' a rinegoziare i contratti''. ''Siamo poi molto preoccupati per la situazione istituzionale in Libia - ha aggiunto Recchi - dove sara' dura poter tornare a negoziare con tranquillita'''. Per quanto riguarda la Russia, ''oggi guarda sempre piu' all'Asia con forti investimenti e per questo, dovendo importare, rischiamo di perdere la nostra sicurezza energetica''. gbt/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello