venerdì 20 gennaio | 17:36
pubblicato il 28/giu/2013 10:28

Gas: progetto Tap selezionato per esportazioni giacimento Shah Deniz II

Gas: progetto Tap selezionato per esportazioni giacimento Shah Deniz II

(ASCA) - Roma, 28 giu - Il consorzio Shah Deniz ha scelto il progetto del gadtotto Trans Adriatic Pipeline per l'esportazione del gas dal giacimento azero Shah Deniz II verso l'Europa. Lo ha annunciato lo stesso consorzio SDC nel corso di una conferenza stampa a Baku in Azerbaijan.

''Sono molto soddisfatto che la scelta per il trasporto del gas dal giacimento Shah Deniz II in Europa sia ricaduta sul gasdotto TAP'' ha commentato il direttore generale di Tap, Kjetil Tungland, ''questo e' il primo importante passo verso l'apertura del Corridoio Sud del gas che, guardando avanti, giochera' un ruolo importante nei confronti della sicurezza energetica europea e della diversificazione degli approvvigionamenti di gas nei mercati dell'Europa meridionale e occidentale''. ''Nei prossimi mesi - ha spiegato - continueremo a lavorare intensamente con il Consorzio Shah Deniz, per assicurare che sia nelle condizioni per perfezionare la decisione finale sull'investimento nella seconda parte dell'anno''. La scelta da parte del Consorzio Shah Deniz, sottolinea Tap, conferma che ''e' economicamente e tecnicamente il progetto di gasdotto piu' avanzato per il trasporto del gas del giacimento Shah Deniz in Europa. Il passato e presente sostegno da parte della Commissione Europea e dei diversi Governi nazionali rafforza l'importanza di TAP per l'agenda energetica europea''.

Gli azionisti di TAP sono Axpo (42,5%), Statoil (42,5%) ed E.ON (15%). Con una lunghezza pari a 870 km, TAP si colleghera' al gasdotto Trans Anatolian Pipeline (TANAP) presso Kipoi al confine tra Grecia e Turchia, e trasportera' il gas proveniente dal Mar Caspio in Italia attraversando la Grecia, l'Albania, e il mare Adriatico. Il percorso di TAP puo' facilitare la connessione e la fornitura di diversi Paesi dell'Europa meridionale e orientale tra cui Bulgaria, Albania, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Croazia ed altri. L'approdo di TAP in Italia, il terzo mercato europeo del gas, da' luogo a diverse opportunita' per l'ulteriore trasporto del gas naturale del Caspio ad altri mercati europei come la Germania, la Francia, il Regno Unito, la Svizzera e l'Austria. Progettato per consentire un ampliamento della capacita' da 10 a 20 miliardi di mc l'anno, TAP aprira' il cosiddetto Corridoio Sud.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire