lunedì 05 dicembre | 14:21
pubblicato il 13/gen/2014 08:37

Gas: Ministro azero, gasdotto Tap migliorera' amicizia con Italia

Gas: Ministro azero, gasdotto Tap migliorera' amicizia con Italia

(ASCA) - Roma, 13 gen 2014 - ''Le relazioni tra Azerbaijan ed Italia hanno radici profonde e lontane. Attualmente l'Italia si distingue nell'UE come un partner importante e vicino all'Azerbaijan, e le relazioni bilaterali e multilaterali tra i nostri Paesi sono in continuo sviluppo. A livello politico sono rapporti caratterizzati da reciproca intesa, consultazioni politiche ravvicinate, visite bilaterali intensive e cooperazione all'interno delle organizzazioni internazionali. L'Italia resta il maggior partner commerciale dell'Azerbaijan, con un volume di scambio bilaterale di oltre 5 miliardi di Euro: infatti l'Azerbaijan e' tra i piu' grandi fornitori di greggio all'Italia''. E' quanto ha detto in una intervista esclusiva a Globalist.it, il ministro degli esteri azero Elmar Mammadyarov che ha sottolineato come negli anni a venire il paese caucasico sara' impegnato per la realizzazione del gigantesco progetto di un condotto che dall'Azerbaijan portera' gas nei mercati d'Europa e dell' Italia. ''Dall'introduzione del concetto di Corridoio Sud del Gas - ha spiegato Mammadyarov - l'Azerbaijan ha dimostrato con continuita' la propria volonta' politica di contribuirne all'attuazione. La nascita del progetto TANAP, componente strategico al centro del Corridoio Sud del Gas, testimonia la nostra dedizione. A cio' e' seguita la decisione del Consorzio Shahdeniz di scegliere il gasdotto Trans Adriatico come percorso di consegna. Shah Deniz-II, TANAP e TAP sono tra i piu' grandi progetti mondiali energetici. Si parla di un investimento di oltre 45 miliardi di dollari, oltre 30.000 nuovi posti di lavoro verranno creati nei paesi di passaggio del percorso. In una prima fase questo progetto prevede la consegna di 10 miliardi di metri cubi di gas naturale azero, ma nelle fasi successive questa cifra potrebbe salire ad oltre 20 miliardi di metri cub''. Significa che l'Azerbaijan, ha voluto ribadire il ministro degli esteri ''fornisce un contributo alla sicurezza energetica dell'Europa non solo grazie ai diversi percorsi delle forniture, ma anche facendo si' che queste forniture abbiano diverse fonti. La politica energetica dell'Azerbaijan si e' sviluppata sulla base del principio di una mutua e vantaggiosa cooperazione e della realizzabilita' commerciale, combinando interessi di consumatori e produttori; sulla base di trasparenza, affidabilita' e sostenibilita'''. Infine, riguardo il progetto Tap ha ribadito che grazie agli sforzi congiunti di Italia e Azerbaigian ''apportera' considerevole valore aggiunto alla fornitura energetica verso l'Europa e alla sua diversificazione. Mettendo assieme gli interessi dei paesi produttori, di transito e consumatori contribuira' ad un ulteriore sviluppo di questi paesi che partecipano al progetto, e certamente migliorera' la nostra cooperazione e amicizia''. fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari