lunedì 23 gennaio | 22:09
pubblicato il 04/set/2014 18:34

*Gas, Descalzi:su Ucraina lavoriamo,non c'e' grande preoccupazione

Lavoriamo a livello di rete e con il governo (ASCA) - Roma, 4 set 2014 - Le aziende energetiche italiane stanno lavorando tutte insieme "a livello di rete e con il governo" per gestire un eventuale calo del gas dalla Ucraina a causa del conflitto con la Russia. Lo ha assicurato l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, a margine con un incontro con il commissario Ue Gunther Oettinger.

Al termine dell'incontro Descalzi ha spiegato che "non c'e' grandissima preoccupazione perche' l'Italia ha diversificato le fonti di approvvigionamento e continua a farlo. "Abbiamo stoccaggi importanti, che se ben gestiti possono assicurare le punte nel periodo piu' freddo. Possiamo supportare un calo dalla Russia, ma certo se c'e' anche la Libia sarebbe piu' preoccupante". Descalzi ha spiegato che, anche se e' "difficile" fare a meno del gas russo per un periodo prolungato durante l'inverno, l'Italia e' "ben equipaggiata" e ha ricordato come Eni importi dalla Russia circa il 25-28% del gas del gruppo.

Rbr/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4