sabato 10 dicembre | 16:41
pubblicato il 04/set/2014 18:34

*Gas, Descalzi:su Ucraina lavoriamo,non c'e' grande preoccupazione

Lavoriamo a livello di rete e con il governo (ASCA) - Roma, 4 set 2014 - Le aziende energetiche italiane stanno lavorando tutte insieme "a livello di rete e con il governo" per gestire un eventuale calo del gas dalla Ucraina a causa del conflitto con la Russia. Lo ha assicurato l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, a margine con un incontro con il commissario Ue Gunther Oettinger.

Al termine dell'incontro Descalzi ha spiegato che "non c'e' grandissima preoccupazione perche' l'Italia ha diversificato le fonti di approvvigionamento e continua a farlo. "Abbiamo stoccaggi importanti, che se ben gestiti possono assicurare le punte nel periodo piu' freddo. Possiamo supportare un calo dalla Russia, ma certo se c'e' anche la Libia sarebbe piu' preoccupante". Descalzi ha spiegato che, anche se e' "difficile" fare a meno del gas russo per un periodo prolungato durante l'inverno, l'Italia e' "ben equipaggiata" e ha ricordato come Eni importi dalla Russia circa il 25-28% del gas del gruppo.

Rbr/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina