mercoledì 25 gennaio | 02:25
pubblicato il 09/set/2014 20:19

Galletti: riduzione gas serra priorita' presidenza italiana Ue

"Speriamo in un accordo virtuoso fra tutti i paesi d'Europa" (ASCA) - Bruxelles, 9 set 2014 - Abbiamo messo il tema del riscaldamento globale fra le priorita' dell'agenda per l'ambiente del semestre di presidenza" di turno italiana del Consiglio Ue.

Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, a margine di una conferenza europea sulla biodiversita' oggi a Bruxelles, rispondendo a una domanda dei cronisti sul nuovo record nell'aumento di gas a effetto serra nell'atmosfera registrato oggi dal rapporto annuale della World Meteorological Organization dell'Onu.

La presidenza italiana, ha ricordato Galletti, ha organizzato "il 6 ottobre una riunione informale congiunta dei ministri dell'Ambiente e dell'Energia dell'Ue e poi un Consiglio formale a meta' ottobre (a Lussemburgo, ndr) per preparare il documento da mandare al Consiglio europeo" che i si terra' a Bruxelles il 23 e 24 ottobre. In quella sede, i capi di Stato e di governo decideranno la posizione dell'Ue sul prosieguo della lotta al cambiamento climatico. "Speriamo - ha continuato il ministro - in un accordo virtuoso di tutta l'Europa per la riduzione delle emissioni di CO2 da portare prima alla conferenza di Lima di dicembre e poi nella decisiva conferenza Onu sul clima di Parigi nel 2015, dove - ha concluso - dovrebbe essere sottoscritto un documento da tutti i paesi del mondo" con i nuovi impegni per la riduzione delle emissioni di gas serra.

Sullo stesso tema, la commissaria Ue al Clima, Connie Hedegaard, ha puntualizzato oggi a Bruxelles che, l'anno scorso, mentre nel mondo i gas serra sono arrivati al livello piu' alto e con l'accelerazione piu' veloce che mai, l'Ue invece "ha ridotto del 2,5% le sue emissioni di carbonio, continuando nella tendenza alla diminuzione iniziata nel 1990". "Ma anche se l'Ue non ha contribuito all'aumento mondiale delle emissioni, sappiamo che abbiamo una responsabilita' speciale", ha osservato Hedegaard, sottolineando che i leader europei si sono impegnati per accordarsi il mese prossimo sui nuovi obiettivi (riduzione dei gas serra, aumento delle rinnovabili ed efficienza energetica) per il 2030.

Loc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4