martedì 24 gennaio | 02:10
pubblicato il 24/lug/2013 19:30

Galileo: via libera dal Fucino al 'Gps europeo', accessibile a fine 2014

Galileo: via libera dal Fucino al 'Gps europeo', accessibile a fine 2014

(ASCA)- Fucino, 24 lug - Via libera al sistema europeo di navigazione satellitare: oggi, in occasione di una dimostrazione pubblica presso il Centro Spaziale del Fucino di Telespazio, Italia, il Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani ha annunciato, presenti i ministri della Ricerca Maria Chiara Carrozza e dello sviluppo economico, Flavio Zanonato, il successo conseguito nel determinare la posizione geografica utilizzando i quattro satelliti Galileo attualmente in orbita. La determinazione della posizione geografica in termini di latitudine, longitudine ed altitudine e' una prova concreta del fatto che il programma di navigazione satellitare e' in grado di fornire dati di posizionamento estremamente precisi ai sistemi di navigazione delle automobili o ad altri dispositivi di ricezione, oltre a confermare la capacita' del sistema Galileo di fornire dati di posizionamento altamente affidabili. Tajani ha inoltre annunciato che il lancio di nuovi satelliti rendera' disponibili i primi servizi entro la fine del 2014. Il vicepresidente della Commissione europea e Commissario per l'Industria e l'imprenditoria, ha affermato: ''Oggi e' un giorno importante per la navigazione satellitare europea. Il livello di precisione raggiunto nella determinazione della posizione geografica utilizzando soltanto quattro satelliti Galileo e' una dimostrazione della competenza industriale dell'Europa e rappresenta un passo importante per il lancio dei primi servizi nell'ottobre 2014.

Gli utenti potranno usufruire di un miglior servizio di navigazione satellitare e si apriranno nuove opportunita' commerciali. Questo e' cio' di cui abbiamo davvero bisogno nel contesto economico attuale.''.

Tajani ha inoltre dichiarato che il settore pubblico e' di per se' un potenziale cliente delle applicazioni di Galileo, in particolare nei settori della sicurezza e della protezione civile. I futuri servizi pubblici regolamentati (PRS) derivanti dall'uso di Galileo potranno essere utilizzati dai servizi di emergenza, per le telecomunicazioni e per fini energetici, di difesa e di trasporto critico. sat/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4