giovedì 23 febbraio | 15:08
pubblicato il 19/feb/2011 12:23

G20/ Tremonti: Manca accordo su indicatori,problema è sui cambi

"Su tutto il resto c'è consenso, anche su debito privato"

G20/ Tremonti: Manca accordo su indicatori,problema è sui cambi

Parigi, 19 feb. (askanews) - Sulla definizione degli indicatori di performance economica per misurare gli squilibri delle varie economie del mondo non c'è ancora l'accordo e il problema è che alcuni paesi "non vogliono la parola cambi". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, intervistato dalle tv a margine del G20 finanziario a Parigi. Tra i Paesi che non sono ancora favorevoli il ministro ha citato la Cina e il Brasile. "La discussione sugli indicatori è un treno che ha dietro di fatto tanti vagoni, anche il debito, ma anche i cambi e la bilancia dei pagamenti, su questo la posizione dei paesi della Cina, del Brasile e altri paesi è finora negativa. C'è un consenso su tutto, anche sul fatto che conta come debito pubblico anche il debito privato, ma non c'è ancora il consenso di tutti perchè alcuni paesi non vogliono la parola cambi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Grana Padano, nuovo marchio indica provenienza latte su confezioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech