lunedì 05 dicembre | 01:52
pubblicato il 24/ago/2016 13:27

Furlan: da crisi nessuno esce da solo, serve ragionare insieme

Sindacato deve fare sforzo per tenere insieme Paese, no divisioni

Furlan: da crisi nessuno esce da solo, serve ragionare insieme

Roma, 24 ago. (askanews) - "Dalla crisi non esce nessuno da solo, il governo, i governi regionali, gli imprenditori, i lavoratori. Non ci salva ragionare da soli, ci salva ragionare insieme". Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, al meeting di Rimini.

E questo, ha aggiunto Furlan, "non per tornare dove eravamo ma per creare un nuovo modello sociale, economico e soliaristico". Il tema, ha proseguito, "non è in questo tormentone agostano se è più importante investire sulla crescita o sulle pensioni o sul welfare. E' più importante capire quali sono gli obiettivi e come questi elementi, in modo armonioso, entrano a far parte di una nuova strategia, di un'alleanza complessiva per creare una condizione di sviluppo, di crescita e quindi di responsabilità, di mettere al centro il lavoro. Tenere insieme il Paese significa questo".

Da questo punto di vista, ha sottolineato: "fare sindacato oggi credo significa fare ogni sforzo per tenere insieme il paese e per farlo ripartire insieme. La crisi ha insegnato che il non stare insieme e il dividere non ci fa uscire dalla crisi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari