martedì 06 dicembre | 18:59
pubblicato il 25/mar/2014 15:36

Fs: Moretti presenta Piano con 24 mld per sviluppo e Tpl

(ASCA) - Milano, 25 mar 2014 - Un piano quadriennale da 24 miliardi di investimenti, di cui 8,5 miliardi in autofinanziamento e una forte attenzione al trasporto pubblico locale, al quale vengono dedicati 3 miliardi di euro. Questi i numeri del Piano industriale 2014-2017, che oggi l'amministratore delegato delle Fs, Mauro Moretti, ha presentato a Milano, presso la sede di Assolombarda. Con questo Piano, ha detto Moretti, ''vogliamo ridisegnare il nostro sviluppo in un'ottica europea''. Nel dettaglio, il Piano prevede una crescita dei ricavi fino a 9,5 miliardi euro (8,2 miliardi nel 2012) nel quadriennio. Tasso medio di crescita dei ricavi del 3,5% all'anno, incremento trainato in particolare dai ricavi dei servizi di trasporto, sia ferro sia gomma, che superano i 7 miliardi nel 2017. Un Ebitda in continuo miglioramento, punta ad una crescita annua del 6,9%. E' previsto che raggiunga i 2,5 miliardi (1,9 nel 2012), cifra che fara' crescere l'Ebitda margin di oltre 3 punti percentuali rispetto a quello degli ultimi anni. Il margine operativo e' previsto in crescita al ritmo del 9,6% annuo e l'utile del 4,6% annuo. Per quanto riguarda il piano di investimenti, 6,4 miliardi sono destinati a treni e tecnologie a servizio dei business, per migliorare la customer experience, e 1,7 miliardi alla rete ad Alta velocita'. Circa 15 miliardi sono poi legati al Contratto di Programma tra Stato e Rfi per il mantenimento degli standard di sicurezza sull'intero network e il potenziamento della rete convenzionale, con significativi interventi sulle infrastrutture nei nodi metropolitani, a vantaggio del trasporto locale, e sui Corridoi TEN-T (Trans-European Networks - Transport) definiti dall'Unione Europea, con particolare riferimento al SUD Italia (Napoli - Bari, Salerno - Reggio Calabria, Sicilia). La conferma dei trasferimenti e' subordinata alle decisioni che il Governo assumera' nei prossimi anni, spiegano le Fs, in base alle risorse finanziarie disponibili e alle priorita' degli interventi da realizzare per il potenziamento infrastrutturale ferroviario del Paese. Rete Ferroviaria Italiana, infatti, e' il soggetto tecnico attuatore delle scelte politiche in materia. Il piano di investimenti si realizzera' con un indebitamento complessivo che crescera', nel quadriennio, di soli 0,3 miliardi di euro. sen/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni