domenica 26 febbraio | 16:35
pubblicato il 26/ott/2014 12:41

Fs, il presidente Messori riconsegna le deleghe

"Nessuna polemica ma serviva un atto di chiarezza"

Fs, il presidente Messori riconsegna le deleghe

Roma, 26 ott. (askanews) - Il presidente delle Fs, Marcello Messori, riconsegna le deleghe ad eccezione del controllo interno. Lo annuncia in una intervista al Corriere della Sera nella quale precisa che "nessuna polemica, serviva un atto di chiarezza. Sta ora al governo e a tutti noi operare affinché la privatizzazione delle Ferrovie dello Stato possa essere avviata e arrivare a compimento nel 2015".

La scelta di Messori non anticipa la volontà di dimettersi. Anzi. L'economista precisa che "in una privatizzazione si deve decidere cosa cedere. Le Feerrovie gestiscono la rete con Rfi, forniscono i servizi ai passeggeri con Trenitalia, controllano molte altre società. Cosa ci si sta avviando a cedere?".

Il presidente Fs cita l'esempio di Rfi che oltre a gestire la rete incorpora "molte altre attività che possono essere cedute", come parti della logistica, la rete elettrica e quella di telecomunicazioni". Secondo Messori Rfi "andrebbe asciugata". E problemi di riorganizzazione, anche se diversi, "valgono per trenitalia e per le altre società controllate".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech